La città dei libri sognanti

«Questa è la storia di un luogo in cui leggere è ancora un’avventura. Un luogo dove, a leggere, si rischia d’impazzire. Dove i libri possono ferire, avvelenare e perfino uccidere. Solo chi, pur di leggere, sia veramente disposto a correre simili rischi, solo chi sia pronto a giocarsi la pelle pur di conoscere la mia storia, mi segua e volti la pagina».

L’ammonimento di Ildefonso de’ Sventramitis la dice lunga su questo romanzo ambientato a Zamonia. Il famoso dinosauro poeta ci conduce in un viaggio alla volta di Librandia, per risolvere il mistero del manoscritto perfetto. La leggendaria città è piena zeppa di pericoli, mostri feroci e libri dotati di vita propria. Qui incontreremo l’alter ego zamonico di Lovecraft, ma anche di Shakespeare, Edgar Allan Poe, Oscar Wilde, Honoré de Balzac e Goethe...

«È la più bella e più grande dichiarazione d’amore alla lettura e alla letteratura che sia mai stata fatta».
Die Welt

«Un libro per tutti, un vero crossover sul lato oscuro e magico della lettura».
The Independent

«La scrittura di Walter Moers racchiude in sé Terry Pratchett, Douglas Adams e una bottiglia magnum di assenzio».
Die Tageszeitung

«La critica non riesce a classificare la scrittura di Walter Moers: fantasy, racconto di viaggio, romanzo di formazione, dissertazione, videogame. Ma questa è la letteratura del futuro. Il primo grande classico del Duemila».
Il Giornale

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Walter Moers

L'Accalappiastreghe: Romanzo orrifico-fantasy-culinario

L'Accalappiastreghe: Romanzo orrifico-fantasy-culinario 1 di Walter Moers Salani Editore

«Un libro per adulti? Per giovani? Per giovanissimi? I romanzi di Walter Moers scavalcano questi interrogativi: i loro destinatari sono coloro che al leggere chiedono la felicità» - QUIRINO PRINCIPE Se Mefistofele si trasferisse a Zamonia, lì, tra pellestrelli e uova ponzanti, scarpolufi saccenti e shockkie innamorate, fantasmi cotti e mummie ciclopiche, lupi fogliosi e vedove candide, quasi ...

La principessa Insomnia e il rovello notturno color incubo

La principessa Insomnia e il rovello notturno color incubo di Walter Moers Salani Editore

Dall’autore delle Tredici vite e mezzo del Capitano Orso Blu La principessa Dylia è affetta da un’inguaribile insonnia: a nulla servono pillole e pozioni, cuscini imbottiti di soffice peluria bradipesca, candele aromatizzate alla valeriana russante, metronomi meditativi e macchine sognopoietiche. Una sera la principessa riceve la visita di Havarius Opal, un rovello notturno dalla pelle ...

Le tredici vite e mezzo del capitano Orso Blu

Le tredici vite e mezzo del capitano Orso Blu di Walter Moers Salani Editore

Il primo classico del 2000 IL GIORNALE Le avventure del capitano Orso Blu, nato (forse) dalla schiuma di un'onda, in un mondo in cui tutto è possibile, tranne la noia: nel continente di Zamonia, dove l'intelligenza è una malattia contagiosa e le tempeste di sabbia sono quadrate, dove in ogni situazione idilliaca è in agguato un pericolo, dove abitano tutti quegli esseri solitamente banditi ...

Il labirinto dei libri sognanti

Il labirinto dei libri sognanti di Walter Moers Salani Editore

Dopo un devastante incendio, duecento anni dopo, Librandia è risorta dalle sue ceneri, più splendida di prima. Ma nei labirinti delle sue catacombe si nascondono misteri inquietanti che solo Ildefonso de’ Sventramitis, il più grande scrittore zamonico, ha il coraggio di narrare in queste pagine.

Rumo e i prodigi dell'oscurità

Rumo e i prodigi dell'oscurità di Walter Moers Salani Editore

«Ci sono miracoli che devono avvenire nell’oscurità». Prof. Dott. Abdul Noctambulotti Dove esistono ancora eroi veri? Dove si trovano la grande avventura e autentici prodigi? Solo a Zamonia, immenso continente della fantasia, popolato dalle forme di vita più bizzarre e pericolose, dai satanici ciclopi delle diavorocce vaganti ai tenebroni dai molti cervelli, dai malvagi cittadini dell’oscura ...