Una Placida Misantropia

Un ragazzino solitario muove i suoi primi passi da essere umano libero in una Verona totalmente sconvolta dalla guerra. Deciso a sfuggire alla morsa dei suoi astratti inseguitori, decide di compiere un epico viaggio nel distopico mondo che gli si para dinanzi, per giungere in Antartide con il suo fedele peluche azzurro. In quelle lande desolate di odio, morte e falso patriottismo, vi sono non casualmente occultate oasi di amore salvifico; eppure, la lenta discesa all’inferno dell’anonimo protagonista sarà sempre più desolante e sempre più inesorabile. Amor omnia non vincit.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli