Io, Aristoteles, il Negro svizzero

8° nella classifica dei bestseller in Svizzera



Quando mi ha chiesto di rivedere il suo manoscritto, mi è stato subito chiaro che Urs Althaus ha vissuto una vita assolutamente folle. Mentre leggevo pensavo: Cielo, sembra di essere sulle montagne russe! Una vicenda in cui alti e bassi si alternano come può capitare solo a uno svizzero nero, figlio illegittimo, talento del calcio, supermodello, comproprietario di agenzia e attore. Che in seguito a una tale altalena tra la bella vita e la disperazione lui non sia naufragato lo rende anche simpatico oltre che bello. Lavorando a questo libro non mi sono annoiato nemmeno un momento. Urs Althaus ha vissuto. Con la pelle e i capelli, con droga e alcol, uomini e donne. Il suo libro è il libro di un uomo che si è consacrato non solo alla verità, ma anche alla vita. Helmut-Maria Glogger



Weltwoche - Franziska Müller

"Erano tempi sfrenati": Urs Althaus del Canton Uri è stato il primo top model nero del mondo, ha guadagnato milioni e ha trascorso intere nottate a ballare con Andy Warhol e Grace Jones. Tra le sue montagne il colore della pelle non era mai stato un problema…



GQ/Germania

Si è definito Negro. Nel 1977 Urs Althaus è stato il primo modello nero ad apparire sulla copertina di GQ. La sua autobiografia descrive ora quanto il settore della moda sia davvero razzista.



TVtäglich - Ernst Seibold

HIGHLIGHT DELLA SETTIMANA – Mai arrendersi… Urs Althaus, l'uomo che ha raggiunto incredibili altezze e superato impressionanti baratri, l'uomo che non si è mai arreso, l'uomo che si è sempre rialzato: "Qui in Svizzera non avevo mai sperimentato il razzismo, solo più tardi, negli Stati Uniti"; primo nero sulla copertina della famosa rivista di moda GQ negli Stati Uniti degli Anni Settanta, attore al fianco di Sean Connery e Helmut Qualtingersin nel celebre film "Il Nome della Rosa", figura di punta della scena fashion… Nonostante le cadute ha continuato a essere negli ultimi 35 anni lo specchio del mondo internazionale della moda.



Münchner Merkur

Attore ed ex modello, lo svizzero Urs Althaus ha scritto la storia della moda, ripercorrendo la vita che ha vissuto come un incredibile ottovolante e tratteggiando con curiosi aneddoti personaggi famosi come Sean Connery, Andy Warhol e Liza Minnelli, così come conosciutissimi stilisti e modelli.



Gazzetta dello Sport - Sebastiano Vernazza

ARISTOTELES DA LINO BANFI – URS ALTHAUS ha scritto un'autobiografia, "Ich, der Neger" che in Svizzera e Germania ha avuto successo, ha recitato nel Nome della rosa e in molte serie tv, ma la fama l'ha raggiunta col film di Sergio Martino dove Banfi/Canà gli cantava una nenia: «Il Brasil sta lì/ l'Italia aqui/ Arì Arì/ sognà sognà». Resta una curiosità: perché L'allenatore nel pallone 2, nel 2008, non ha funzionato? «È sempre difficile fare il bis», la diplomatica risposta, ma una spiegazione noi l'abbiamo: nel secondo atto Althaus/Aristoteles ha una parte minima, marginale.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Urs Althaus

Io, Aristoteles, il Negro svizzero

Io, Aristoteles, il Negro svizzero di

8° nella classifica dei bestseller in Svizzera Quando mi ha chiesto di rivedere il suo manoscritto, mi è stato subito chiaro che Urs Althaus ha vissuto una vita assolutamente folle. Mentre leggevo pensavo: Cielo, sembra di essere sulle montagne russe! Una vicenda in cui alti e bassi si alternano come può capitare solo a uno svizzero nero, figlio illegittimo, talento del calcio,...

Io, Aristoteles, il Negro svizzero

Io, Aristoteles, il Negro svizzero di

#8 Lista di best seller svizzero Quando mi ha chiesto di rivedere il suo manoscritto, mi è stato subito chiaro che Urs Althaus ha vissuto una vita assolutamente folle. Mentre leggevo pensavo: Cielo, sembra di essere sulle montagne russe! Una vicenda in cui alti e bassi si alternano come può capitare solo a uno svizzero nero, figlio illegittimo, talento del calcio, supermodello,...