130 Discorsi di Benito Mussolini: Dal 1914 al 1945

Benito Mussolini, fondatore del fascismo, fu presidente del Consiglio del Regno d'Italia dal 31 ottobre 1922 al 25 luglio 1943. Nel gennaio 1925 assunse de facto poteri dittatoriali e dal dicembre dello stesso anno acquisì il titolo di capo del governo primo ministro segretario di Stato. Dopo la guerra d'Etiopia, aggiunse al titolo di duce quello di "Fondatore dell'Impero" e divenne Primo Maresciallo dell'Impero il 30 marzo 1938. Fu capo della Repubblica Sociale Italiana dal settembre 1943 al 27 aprile 1945.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Benito Mussolini

La mia vita (con Diario di guerra)

La mia vita (con Diario di guerra) di

L’autobiografia di Mussolini, pubblicata a suo tempo a puntate sul Saturday Evening Post, e poi in volume a Londra. Nel 1915, a guerra già iniziata e dopo diversi tentativi di partire volontario, il trentaquattrenne Benito Mussolini venne chiamato alle armi ed inviato al fronte, dapprima nei pressi di Caporetto, poi in Carnia, ed infine a Doberdò sul Lago. Bersagliere, il futuro duce non visse ...

Il mio diario di guerra: (1915-1917) (Biblioteca storica)

Il mio diario di guerra: (1915-1917) (Biblioteca storica) di

"Ore quindici. Raffica di artiglieria austriaca. Crepitio di proiettili. Schianto di rami. Turbine di schegge. Un grosso ramo, stroncato da una granata, si è abbattuto sul mio riparo. Ci sono due feriti nella mia compagnia. Passa un morto del XXXIX battaglione. Un altro morto degli alpini. II bombardamento è finito. È durato un’ora. I bersaglieri escono dai ripari. Si canta"Ha scritto diversi a...

Testamento politico di Mussolini

Testamento politico di Mussolini di

E' l'ultima notte di vita del Duce, la guerra è ormai persa e da prigioniero scrive le sue ultime parole, il suo testamento politico. Dalla stanza della tenuta dei De Maria dove è rinchiuso rivolge a se stesso e al popolo italiano le ultime lettere e un punto definitivo alla sua vita ed al Fascismo in Italia.

La mia vita: Il diario di guerra

La mia vita: Il diario di guerra di

«L’idea di raccontare la mia vita, e cioè le vicende tristi e liete di cui s’intesse la vita degli uomini, mi è venuta improvvisamente nella notte dal 2 al 3 dicembre, nella cella numero trentanove delle carceri di Forlì, mentre cercavo invano il sonno. L’idea mi è piaciuta e intendo tradurla nel fatto. Ho ventotto anni. Sono giunto, io credo, a quel punto che Dante chiama il “mezzo del cammin ...

FASCISMO [1914-45]. Dai primordi alla caduta, nei discorsi e negli scritti di Mussolini

FASCISMO [1914-45]. Dai primordi alla caduta, nei discorsi e negli scritti di Mussolini di

Il volume raccoglie una cospicua selezione di discorsi, interviste e articoli di una delle figure storiche più controverse del Ventesimo secolo, comparsi su riviste e giornali dal 1914 al 1945. Seguendo le principali tappe dello sviluppo ideologico e della prassi fascista, e quelle umane dell’individuo che si autoproclamò "Duce" del popolo italiano, l’antologia riunisce i pensieri del fondatore...

Il Mio Diario di Guerra: 1915-1917 (Orchidee Storia&Documenti Vol. 2)

Il Mio Diario di Guerra: 1915-1917 (Orchidee Storia&Documenti Vol. 2) di

Benito Amilcare Andrea Mussolini è nato a Dovia di Predappio il 28 luglio del 1883. In queste pagine, ben prima di diventare il fondatore del fascismo, racconta i suoi due anni in trincea durante la Prima Guerra Mondiale. Dalla partenza per il fronte il 13 settembre 1915 al ferimento avvenuto il 23 febbraio 1917 in seguito all'esplosione di un proiettile che con la sua batteria aveva appena ins...