L'avvelenatrice

Compra su Amazon

L'avvelenatrice
Autore
Alexandre Dumas
Pubblicazione
13 gennaio 2016
Categorie
XVII secolo. La giovane marchesa di Brinvilliers si invaghisce del torbido Gaudin di Santa-Croce e finisce con l'essere trascinata da lui in un oscuro gioco di morte. L'uomo, infatti, è maestro di veleni e trasmette all'amante tutte le sue arti. In breve la marchesa seminerà vittime tra i propri cari, a cominciare dal marito, il marchese di Brinvilliers.

Ispirato alla storia vera di Marie Madeleine Dreux d'Aubray (1630-1676), "L'avvelenatrice" è un viaggio allucinato attraverso la psiche feroce di una delle più spietate serial killer della Storia. Dumas conduce il lettore in questi abissi di terrore e compone un romanzo breve e terribile. Ricostruisce la vicenda attraverso stralci di documenti dell'epoca secondo una struttura che, un secolo e mezzo più tardi, renderà famoso un altro grande maestro del brivido come James Ellroy. In fondo questo piccolo e misconosciuto romanzo è uno dei primi noir della storia.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Alexandre Dumas

La signora delle camelie (DeA Classici)

La signora delle camelie (DeA Classici) di

Occhi neri, capelli d’ebano e pelle di pesca. Lei è Marguerite Gautier, la fanciulla più affascinante e chiacchierata di Parigi. Le donne la invidiano, gli uomini la desiderano, tutti ne parlano. Ma Marguerite è un lusso per pochi e sa come tenere al guinzaglio i suoi spasimanti, siano abbienti signori o irrequieti rampolli di buona famiglia. Eppure per il timido e gentile Armand Duval, appena...

I tre moschettieri

I tre moschettieri di

Qual è il segreto? Dove sta la magia? Nella forza del plot? Nella qualità possente dello scenario storico che è in grado di evocare? Nella suspense? Forse, più di tutto, nella gioia del raccontare. È la seduzione narrativa, infatti, a fare dei Tre moschettieri un capostipite del romanzo “senza aggettivi”. Questo capolavoro dell’intrigo cattura a ogni pagina il lettore, lo spiazza, lo depista,...

La vicenda della dama pallida

La vicenda della dama pallida di

“La mia testa rovesciata mi permetteva di vedere gli occhi di Gregoriska fissi sui miei. Kostaki se ne avvide, mi rialzò la testa, e io non vidi altro che il suo sguardo oscuro che mi divorava. Io abbassai le mie palpebre, ma fu tutto inutile; attraverso il loro velo, io continuavo a vedere questo sguardo lancinante che penetrava fino in fondo al mio petto e nel mio cuore.” Una cupa storia...

Il Signore dei lupi (Controtempo)

Il Signore dei lupi (Controtempo) di

Il giovane e ambizioso Thibault, dopo essere stato duramente punito per uno sgarro al suo signore, viene avvicinato nella foresta da un enorme lupo nero che gli offre un patto diabolico: quando vorrà fare del male a qualcuno basterà semplicemente desiderarlo, e una disgrazia si abbatterà sul malcapitato. In cambio, la prima volta, il giovane dovrà offrire al diavolo solo un capello, poi due,...

La camorra e altre storie di briganti

La camorra e altre storie di briganti di

Nel 1860, dopo aver raggiunto l’amico Giuseppe Garibaldi a Palermo, e aver seguito e accompagnato l’impresa dei Mille fino a Napoli, Dumas si ferma per ben tre anni nella città partenopea. Da lì, nella sua infaticabile attività di cronista e narratore, scriverà migliaia di pagine, da destinare sotto forma di corrispondenze alle riviste parigine, o di racconti agli editori di mezza Europa. In...

L'arciere del Reno

L'arciere del Reno di

«Sul finire dell’anno 1340, in una fredda ma ancora bella notte d’autunno, un cavaliere percorreva il sentiero che costeggia la riva sinistra del Reno. La luna cominciava a irradiare la sua luce d’argento; e noi approfitteremo di quel furtivo raggio di luce per dare una rapida occhiata al notturno viaggiatore»… L’inquietante sospetto di una falsa paternità e di un matrimonio tradito. La rabbia....