I Puniti: Racconto Rusticano della Foresta Nera

Una felice ispirazione suggerì a Auerbach di lasciare gli ebrei per i contadini della Foresta Nera così legati ai ricordi della sua infanzia. Per essa nacquero le Schwarzwälder Dorfgeschichten 1843-54 (le Storie dei villaggi della Selva Nera), la sua opera più celebre, che presentò con toni moraleggianti e sentimentali un mondo contadino fortemente idealizzato e che, accolte con straordinario favore dai contemporanei, sazî dei romanzi da salotto della "Giovine Germania", fecero di lui uno scrittore popolare non soltanto in patria, ma in tutta l'Europa.

Fu stimato per decennî come il creatore e il tipico rappresentante del racconto rustico, e la sua rosea e idilliaca pittura dei contadini della Selva Nera, rispondente allo spirito sentimentale e liberaleggiante del tempo, fu presa per una rivelazione e gli procurò successo e fama.



Berthold Auerbach, pseudonimo di Moses Baruch Auerbacher (1812–1882), poeta e scrittore tedesco, nasce da modesta famiglia ebrea a Nordstetten nella Selva Nera, e il giudaismo e ancor più l'ambiente contadinesco del villaggio nativo furono le principali fonti d'ispirazione della sua opera letteraria. I suoi avrebbero voluto farne un rabbino e lo mandarono alla scuola talmudica di Hechingen.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo