L'Oro di Napoli (grandi romanzi)

Compra su Amazon

L'Oro di Napoli (grandi romanzi)
Autore
Giuseppe Marotta
Editore
BUR
Pubblicazione
1 ottobre 2013
Categorie
Immaginate un libro in cui l’abitante di una casa bombardata si adatta a vivere nella buca dell’esplosione. Una famiglia presso cui per 30 anni si installa un guappo e non se ne va più. Un giocatore di carte incallito che avendo perso tutto è costretto dalla moglie a giocare solo con il figlio del portinaio.La fenomenologia del pernacchio. Una zona temporaneamente autonoma in cui impazza la maschera Totò, che infatti ha interpretato il capolavoro di Marotta.

Giuseppe Genna

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Giuseppe Marotta

Sfrattati

Sfrattati di

«LE VOCI, LE FACCE E LE LEGGI DELLA STRADA MESSE IN PAGINA DA UNO CHE HA SAPUTO ASCOLTARLE CON LA GIUSTIZIA DEL CUORE E RIFERIRLE AI LETTORI CON IL PASSO SICURO DEL NARRATORE.» PIERO COLAPRICO***«Ogni mattina rovisto nella sporcizia delle vite altrui: di quelli che non rispettano i contratti, di quelli che non versano l’affitto, di quelli condannati a risarcire un danno che non vogliono risarci...

Gli alunni del sole (Scrittori contemporanei)

Gli alunni del sole (Scrittori contemporanei) di

Un fruttivendolo guappo, un gobbo ignorante e superstizioso, un carbonaio ladro, un fattorino giovane e intrigante, un erudito ex bidello di scuola: cosa possono avere in comune questi personaggi così diversi? L'amore per la mitologia greca, naturalmente. O meglio la curiosità di conoscere amori, furori, imbrogli, battaglie degli dèi greci. Federico Sòrice, il bidello, racconta giorno per giorn...

La banca (Farsi un'idea)

La banca (Farsi un'idea) di

La banca ha svolto per secoli un ruolo centrale nello sviluppo dell'economia, finanziando imprese e governi, custodendo e facendo fruttare il denaro dei risparmiatori, consentendo pagamenti a distanza. Ma oggi questo assetto è posto in discussione dalle innovazioni tecnologiche, dalla grande mobilità dei capitali tra paesi, degli investitori istituzionali - fondi pensione, fondi comuni, società...

E i bambini osservano muti (Grandi Romanzi Corbaccio)

E i bambini osservano muti (Grandi Romanzi Corbaccio) di

Remì ha dieci anni. Ha una famiglia, va a scuola e ha pure una fidanzatina. Un’infanzia apparentemente normale, ma nella terra martoriata dalle guerre di camorra essere bambini pare impossibile. Il nonno, Don Furore, è il boss di una potente banda criminale, che tiene in mano le sorti della sua famiglia e di un indefinito quartiere fra Napoli e Caserta, lungo la Domiziana: la moglie e il figlio...