Le cose più grandi di lui

Compra su Amazon

Le cose più grandi di lui
Autore
Luciano Zuccoli
Editore
Wikibook
Pubblicazione
04/02/2016
Categorie
"Le cose più grandi di lui" è un romanzo scritto dal Luciano Zuccoli nel 1922 ed è considerato il più importante della sua produzione letteraria.

Dall'incipit del libro:

Non appena il conte Percy Stanhope giunse a Roma, si fece condurre in via Nomentana alla ricerca della famiglia Astori. Voleva rivedere un suo giovane amico, Andrea, col quale circa quattr’anni prima aveva passato non pochi giorni e non poche serate piacevoli.

Il portiere di via Nomentana, piuttosto a gesti che a parole, perché Percy Stanhope non sapeva nulla d’italiano, gli fece intendere che la famiglia Astori aveva lasciato quella casa da parecchio tempo e abitava in via Venti Settembre. Con questo indirizzo scritto alla bell’e meglio sopra un pezzetto di carta, Percy Stanhope riprese la carrozza.

Trovò il palazzo, salì, fu ricevuto da Giorgio Astori, un ragazzo uscito appena dalle penombre dell’infanzia, il quale parlava assai bene l’inglese.

— Voi venite per avere notizie di mio fratello Andrea? — egli disse, offrendo una poltrona nel salotto al visitatore.

— Certamente, — rispose Percy Stanhope, — del mio caro Andrea. Ma temo che mi abbia dimenticato, perché appena tornato qui da Londra, rispose a una mia lettera, e poi non mi scrisse più...

— Sì, dev’essere stato in dicembre, — mormorò Giorgio, come frugasse nella memoria, — Quattr’anni or sono...

— Credo...

— Ebbene, mio fratello è morto il mese dopo, sui primi di gennaio!...

Quantunque Percy Stanhope, chiamato Grog dagli amici, vantasse molto sangue freddo e avesse veduto molte cose nella sua vita, non poté trattenere un gesto di stupore doloroso.

— Morto! — ripeté.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Luciano Zuccoli

L'amore di Loredana

L'amore di Loredana di Luciano Zùccoli Passerino

Un romanzo d'amore di inizio Novecento, dove le passioni e sentimenti si intrecciano fortemente dando vita a una trama avvincente.  Luciano Zuccoli, pseudonimo di Luciano von Ingenheim (Calprino, 5 dicembre 1868 – Parigi, 26 novembre 1929), è stato uno scrittore, giornalista e romanziere svizzero naturalizzato italiano.

Per la sua bocca

Per la sua bocca di Luciano Zuccoli

Romanzi Vol. III

Romanzi Vol. III di Luciano Zuccoli Wikibook

"I romanzi" Vol. I è una selezione di due opere di Luciano Zuccoli: "Il designato" e "Per la sua bocca", scritte, rispettivamente, nel 1894 e nel 1918.

Romanzi Vol. II

Romanzi Vol. II di Luciano Zuccoli Wikibook

"I romanzi" Vol. I è una selezione di due romanzi di Luciano Zuccoli: "La freccia nel fianco" e "Il maleficio occulto", scritti, rispettivamente, nel 1913 e nel 1902.

Farfui

Farfui di Luciano Zuccoli Wikibook

"Farfui" è un romanzo di Luciano Zuccoli scritto nel 1909. Dall'incipit del libro: Perché avesse comperato quella casetta, egli stesso non avrebbe saputo dire. Gliel'avevano offerta in un periodo di fortuna, quando il rialzo di certi valori gli aveva dato larghi profitti. Era una casa a due piani, dipinta in giallo chiaro con le persiane verdi, richiusa da un giardino di mediocre grandezza...

Romanzi - Vol. I

Romanzi - Vol. I di Luciano Zuccoli Wikibook

"I romanzi" Vol. I è una selezione di due opere di Luciano Zuccoli: "L'amore di Loredana e "Roberta", scritte, rispettivamente, nel 1908 e nel 1897.