Vena e la guerra di Yáranor

In questo libro è narrata la storia di Vena, una ragazza non ancora vent’enne cha non ha ricevuto che schiaffi dalla vita; adottata da due genitori che non l’hanno mai amata, vive in un piccolo paesino di nome Bradele, in cui aiuta il padre con il suo allevamento di maiali. Tutto cambia quando Yáranor, il mondo diviso in sei regioni in cui vive, viene invaso da un’orda di demoni guidata da un mezzosangue, Moeror. Quest’ultimo, figlio dell’uomo che quasi un secolo prima aveva tentato egli stesso di impadronirsi del regno, brama la distruzione del dominio dei Reali, i dodici elfi che governano il mondo conosciuto, e del Gran Consiglio, organo di potere che amministra Yáranor. Il tentativo di Moeror è appoggiato segretamente da un consigliere, Jarlath della regione di Cuiviénen, che aiuta i demoni nella conquista della capitale del regno, Telemnar, dove gli elfi vengono catturati. Vena viene coinvolta in questa guerra quando la consigliera di Tirion (regione natale della protagonista), la riconosce come la bambina che diciannove anni prima aveva fatto abbandonare perché figlia illegittima di Eléna, sorella del re Aldarion.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo