Leonconi

Il racconto ha come titolo “Leonconi”, ed è ambientato tra la Sicilia e Roma.
Gioacchino Cedro, il protagonista del romanzo, nasce in una umile famiglia; il papà contadino e la mamma sarta. Vivendo in un ambiente dignitoso, ma dove non mancavano le rinunce. Gioacchino, coltivava fin da piccolissimo il sogno di fare il pompiere. Ma quando a causa di una malattia che lo costringe a farsi degli interventi chirurgici a entrambi i timpani, lo rendono non idoneo a tale mestiere. Gioacchino, stimolato da un suo amico avvocato, inizia ad inseguire un nuovo sogno. Stavolta, artistico: sogna di raggiungere fama nel mondo della pittura.
Per tale ragione si trasferisce a Roma per conoscere un mecenate del settore, tale prof. La Lumia che, sotto segnalazione dell’avvocato dovrebbe aiutare Gioacchino nell’intraprendere con successo l’arte della pittura.
Il romanzo lascia il finale in sospeso, in attesa di un proseguito. Viene ispirato secondo l’illusione, di come il destino tramite apparizioni, fallimenti e successi, ci mette a percorrere una strada a noi ignota. Durante il percorrere di questa strada, il protagonista è accompagnato da una figura femminile, il quale lui se ne innamora. Inoltre, ha degli scontri con banche e usurai, non manca la prima presenza forse uno spirito guida, che si presenta al protagonista in un anziano uomo autostoppista che fuma sigarette inodore, e monta strani discorsi a riguardo delle abitudini di Gioacchino.
Il genere è un’ intreccio tra realistico e fantasy. Il racconto prende inizio da una chiacchierata tra Gioacchino ed un maresciallo dei carabinieri appena in pensione, mentre ammiravano il mare seduti sugli scogli del lungomare agrigentino. Durante il racconto non mancano frasi in gergo Siciliano che mettono un certo tono di colore al dialogo. Non sono risparmiate brevi manifestazioni di carattere soprannaturale. Il racconto è adatto per la lettura anche ad una fascia di età adolescenziale, in quanto descrive la forza di chi non conosce la resa davanti le difficoltà che la vita ci pone, e la capacità di affrontare a testa alta e dignitosamente dialoghi con persone di diverso ceto sociale. Inoltre, prende posto in prima pagina una poesia che, invita a riflettere sul vero valore dell’esistenza umana.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli