Tredici di anzi kalende luglio: (i sogni di Elise)

Una bimba malata, un nonno affettuoso e brillantemente curioso, un abile ricercatore e docente universitario, un arguto priore domenicano ed entità sconosciute, ci portano indietro nel tempo fino al XV secolo per svelarci antichi avvenimenti ormai dimenticati.

Amore e amicizia si rincorrono nel tempo, guidati da una profezia che dovrà riportare alla luce antichi segreti.

Un romanzo o una favola?

Storia travestita da fantasia o viceversa?

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Angelo Manarola

Le vite di Luda: una discendenza tutta al femminile

Le vite di Luda: una discendenza tutta al femminile di Angelo Manarola

In questo romanzo vivono "lui, lei e l’altro", ma anche "lei, lui e le altre". Narra di un’indagine investigativa che si svolge apparentemente nell'arco di una manciata di mesi ma che in realtà abbraccia milioni di anni, un'inchiesta densa di sorprese, stati d’animo ed emozioni. Un racconto che coinvolge ognuno di voi, perfette e misconosciute macchine del tempo.Il fulcro di tutto è una ...