Cronaca di una morte annunciata (Oscar classici moderni Vol. 214)

Compra su Amazon

Cronaca di una morte annunciata (Oscar classici moderni Vol. 214)
Autore
Gabriel García Márquez
Editore
MONDADORI
Pubblicazione
07/10/2010
Valutazione
1
Categorie
Santiago Nasar morirà. I gemelli Vicario hanno già affilato i loro coltelli nel negozio di Faustino Santos. A Manaure, "villaggio bruciato dal sale dei Caraibi", lo sanno tutti: presto i fratelli della bella quanto svanita Ángela vendicheranno l'onore di quella verginità rubatale in modo misterioso dall'aitante Santiago, ricco rampollo della locale colonia araba. Tutti lo sanno, ma nessuno fa alcunché per impedirlo: non la madre della vittima designata, non il parroco, non l'alcalde, neppure una delle numerose fanciulle che spasimano per il Nasar. E così la morte annunciata lo sorprende nel fulgore di una splendida mattinata tropicale. Ma non per agguato o per trappola: un destino bizzarro e crudele fa sì che la fine di Santiago si compia per un concorso di fatalità ed equivoci, mentre gli stessi assassini fanno di tutto perché qualcuno impedisca loro l'esecuzione.
Basato su un fatto reale, Cronaca di una morte annunciata venne pubblicato nel 1981 (un anno prima del Nobel a García Márquez) e, pur nella brevità, rappresenta uno dei vertici della sua narrativa: un romanzo magistrale che sa fondere i toni della tragedia antica con il ritmo di una detective story in una grandiosa allegoria dell'assurdità della vita, l'apoteosi della fatalità.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

paulette ievoli

l'odore di quella terra rossa della fuga dalla morte paulette ievoli

Si è tanto detto su Gabriel Garcia Marquez in relazione alla sua attività di scrittore  politicizzato, per esempio era nota a tutti la sua amicizia con Fedel  Castro, che lui ha sempre definito:  “un’amicizia intellettuale e letteraria più che politica”, però gli causò parecchie critiche. Personalmente ho conosciuto Garcia Marquez, leggendo le sue opere di narrativa . di lui ho letto “Cronaca di una morte annunciata”, “L’amore ai tempi del colera”, entrambi avvincenti, ma molto diversi tra loro. E il suo capolavoro “Cent’anni di solitudine. Di cui scriverò dopo Non mi è piaciuto “l’Autunno del patriarca” Sarebbe più corretto dire, non sono riuscita ad andare oltre la quarta pagina.  Sicuramente non sono riuscita a entrare nella storia per un mio limite . Oggi vorrei esprimermi più compiutamente sul suo breve romanzo “Cronaca di una morte annunciata In “Cronaca di una morte annunciata” ho riconosciuto il suo stile da giornalista, ma mi piacque molto il suo modo di raccontare incalzante, furiosamente veloce e allo stesso tempo fermo, deciso, irreversibile. La storia in molti passaggi, toglieva il respiro, creava una suspence da brivido, che trasmetteva quasi paura. La bellezza di questo romanzo breve, secondo me sta proprio nella sua capacità di far immedesimare il lettore nella vicenda in maniera sensuale e umana. Lo lessi tanti anni fa, ma mi è rimasto dentro l’odore di quella terra rossa della fuga dalla morte che dà l’illusione di non arrivare, ma arriva irrimediabilmente. Un libro indelebile Ne consiglio vivamente la lettura a chi non l’avesse letto già Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di

La mala ora (Oscar scrittori moderni Vol. 742)

La mala ora (Oscar scrittori moderni Vol. 742) 1 di

In un villaggio tropicale senza nome, isolato da un fiume in piena e tormentato da una pioggia che sembra non avere mai fine, c'è qualcuno che tutte le notti appende ai muri delle case dei terribili fogli anonimi nei quali vengono messi alla berlina i vizi segreti degli abitanti. Non si tratta di rivelazioni straordinarie - sono pettegolezzi noti a tutti - ma il paese giunge sul punto...

Le avventure di Miguel Littín, clandestino in Cile

Le avventure di Miguel Littín, clandestino in Cile di

«All'inizio del 1985, il regista cileno Miguel Littín - che figura in una lista di 5000 esiliati con proibizione assoluta di tornare nella loro terra - è stato clandestinamente in Cile per sei settimane e ha filmato più di 7000 metri di pellicola sulla realtà del suo paese dopo dodici anni di dittatura militare. Con la faccia cambiata, con un modo diverso di vestire e di parlare, con documenti ...

I funerali della Mamá Grande

I funerali della Mamá Grande di

Otto racconti fantastici e insieme naturalistici dominati da una matrona mitica e prepotente, sovrana assoluta del regno di Macondo, ai cui funerali interviene persino il papa.

La incredibile e triste storia della candida Eréndira e della sua nonna snaturata (Oscar scrittori moderni Vol. 684)

La incredibile e triste storia della candida Eréndira e della sua nonna snaturata (Oscar scrittori moderni Vol. 684) di

Un paese arido e spopolato, bagnato da un mare crudele che lo ricopre di "pattume", improvvisamente pervaso da un insopprimibile odore di rose. Il cadavere di un annegato, dalle dimensioni sovrumane e dalla bellezza travolgente, che, approdato sulla spiaggia di un minuscolo villaggio caraibico, ne sconvolge per un attimo la lenta vita. Le straordinarie creazioni di Babilano, ciarlatano e ...

Occhi di cane azzurro (Oscar scrittori moderni Vol. 623)

Occhi di cane azzurro (Oscar scrittori moderni Vol. 623) di

Ambigui, misteriosi, carichi di un arcano simbolismo, gli undici racconti di Occhi di cane azzurro rappresentano i primi riuscitissimi tentativi di Gabriel García Márquez di dar vita a un universo letterario nel quale il realismo delle cose quotidiane si mescola con le atmosfere della magia. Già nei primi testi di questo volume il mondo della quotidianità risulta stravolto dall'...

Vivere per raccontarla (Oscar bestsellers Vol. 1433)

Vivere per raccontarla (Oscar bestsellers Vol. 1433) di

In Vivere per raccontarla Gabo ricrea e racconta gli anni dell'infanzia e della giovinezza: dalla nonna che lo incantava con le sue storie, alla vita da bohèmien nei quartieri malfamati di Bogotá, mentre si formava quell'immaginario fantastico che ha dato vita a Cent'anni di solitudine e agli altri capolavori. Un libro in cui vita e opera, realtà e romanzo, si fondono, illuminandosi a ...