Lessico famigliare (Super ET)

Compra su Amazon

Lessico famigliare (Super ET)
Autore
Natalia Ginzburg
Editore
EINAUDI
Pubblicazione
1 gennaio 2012
Valutazione
(1)
Categorie
Lessico famigliare è il libro di Natalia Ginzburg che ha avuto maggiori e piú duraturi riflessi nella critica e nei lettori. La chiave di questo straordinario romanzo è delineata già nel titolo. Famigliare, perché racconta la la storia di una famiglia ebraica e antifascista, i Levi, a Torino tra gli anni Trenta e i Cinquanta del Novecento. E Lessico perché le strade della memoria passano attraverso il ricordo di frasi, modi di dire, espressioni gergali.
Scrive la Ginzburg: «Noi siamo cinque fratelli. Abitiamo in città diverse, alcuni di noi stanno all'estero: e non ci scriviamo spesso. Quando c'incontriamo, possiamo essere, l'uno con l'altro, indifferenti, o distratti. Ma basta, fra noi, una parola. Basta una parola, una frase, una di quelle frasi antiche, sentite e ripetute infinite volte, nel tempo della nostra infanzia. Ci basta dire "Non siamo venuti a Bergamo per fare campagna" o "De cosa spussa l'acido cloridrico", per ritrovare a un tratto i nostri antichi rapporti, e la nostra infanzia e giovinezza, legata indissolubilmente a quelle frasi, a quelle parole».

In appendice la Cronistoria di «Lessico famigliare» a cura di Domenico Scarpa e uno scritto di Cesare Garboli.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Lessico famigliare, Natalia Ginzburg, RecensioneCaribe

Lessico famigliare è un insieme di ricordi di Natalia Ginzburg, dalla sua infanzia all'età adulta. Pubblicato nel 1963, le valse il Premio Strega. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di Natalia Ginzburg

Valentino (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 1681)

Valentino (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 1681) di

Nuova edizione «Parte dal trito, dal logoro della vita quotidiana; e, mentre ne sottolinea l'assenza, vi costruisce sopra una stilizzata ed ironica favola. Ma codesta professione di ingenuità surreale non obbedisce, nelle sue intenzioni, a un partito preso dell'intelligenza. Ricorrendo alle sue dolci e incantate macchiette, la Ginzburg vuol identificarsi con il senso stesso, assurdo e doloroso,...

Un'assenza: Racconti, memorie, cronache 1933-1988 (Einaudi tascabili. Biblioteca)

Un'assenza: Racconti, memorie, cronache 1933-1988 (Einaudi tascabili. Biblioteca) di

Realizzato con mezzi che sembrano poverissimi, ogni racconto di Natalia Ginzburg è una rivelazione, una vicenda che scorre su piú nastri, che imperturbabile va addizionando gesti, oggetti e battute di dialogo, che si toccano per vie segrete e non si dimenticano. Il mezzo capace di fare accadere tutto questo è la voce, ruvida, duttile, scontrosamente intonata, di una narratrice che si è r...

Vivere il romanzo

Vivere il romanzo di

«Un critico dovrebbe avere in testa, secondo me, una visione del mondo netta e limpida, dove fossero nettamente presenti l’idea del grande e il piccolo, e del vero e del falso.» Così scriveva Natalia Ginzburg sul Corriere della Sera, in quello che suona quasi come un manifesto della sua concezione della letteratura, attenta alla verità dei sentimenti più che alla costruzione letteraria. Lei ste...

Non possiamo saperlo: Saggi 1973-1990 (Gli struzzi Vol. 534)

Non possiamo saperlo: Saggi 1973-1990 (Gli struzzi Vol. 534) di

È una poesia ad aprire questo libro e a dargli il titolo, un'interrogazione energica e disperata rivolta all'ignoto. Non possiamo saperlo raccoglie scritti di letteratura e di cinema, ricordi di amici scomparsi, pronunciamenti su questioni morali come l'aborto, il coraggio o la paura, il credere in Dio, i cattivi usi del linguaggio; infine, vera novità del volume, gli interventi politici lega...

Tutti i nostri ieri (Einaudi tascabili. Scrittori)

Tutti i nostri ieri (Einaudi tascabili. Scrittori) di

«Scritto nel 1952, Tutti i nostri ieri è il pendant romanzesco di Lessico famigliare ... Chi scruta e registra è una ragazza un po' al margine, che si tiene come fuori dal gioco, che pare finga non saperne nulla ma che poi è l'anima, affettuosa e feroce, di tutto il nodo di sentimenti che intorno si svolge. Solo che qui la voce è fissata in una specie d'immaturità attonita e sorda, e in un'u...

Cinque romanzi brevi: e altri racconti (Einaudi tascabili. Scrittori)

Cinque romanzi brevi: e altri racconti (Einaudi tascabili. Scrittori) di

La strada che va in città, È stato cosí, Valentino, Sagittario, Le voci della sera e i racconti: Un'assenza, Casa al mare, Mio marito, La madre, Estate .