La Cassaria

Rappresentata a Ferrara il 5 marzo del 1508, la Cassaria è una commedia che ruota attorno alle vicende di due giovani, Erofilo e Cariodoro, innamorati di due schiave, Eulalia e Corisca, che tentano in tutti i modi di liberare. Composta dapprima in prosa, a vent’anni di distanza la commedia venne trasposta in versi dallo stesso Ariosto. L’ebook di Utet, arricchito dalle note di commento di Andrea Gareffi, contiene entrambe le versioni.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Ludovico Ariosto

La lena di Ludovico Ariosto

La lena di Ludovico Ariosto di

La lena

Satire di Ludovico Ariosto

Satire di Ludovico Ariosto di

Satire

Orlando furioso di Ludovico Ariosto

Orlando furioso di Ludovico Ariosto di

Orlando furioso

Orlando Furioso

Orlando Furioso di

Ludovico Ariosto, scrittore e drammaturgo italiano, è considerato uno degli autori più celebri e influenti del suo tempo. Le sue opere, il Furioso in particolare, simboleggiano una potente rottura degli standard e dei canoni epocali. La sua ottava, definita "ottava d'oro", rappresenta uno dei massimi della letteratura pre-illuminista.L’Orlando furioso è un poema cavalleresco composto da 46 cant...

Satire (Biblioteca Italiana Zanichelli)

Satire (Biblioteca Italiana Zanichelli) di

Le Satire di Ludovico Ariosto, in numero di sette, furono composte in un arco di tempo che va dal 1517 al 1525. Sono in terza rima e si presentano nella forma dell'epistola. I destinatari sono personaggi vari, alcuni amici altri parenti dello scrittore. Il modello è l'Orazio dei Sermones, sia per il tono pacato, cordiale del discorso, sia per i temi toccati. Linguisticamente le Satire sono più ...

Orlando furioso (Biblioteca Italiana Zanichelli)

Orlando furioso (Biblioteca Italiana Zanichelli) di

Ariosto avviò la composizione dell'Orlando furioso probabilmente intorno al 1505. La prima edizione del poema, in 40 canti, uscì nel 1516; a essa seguirono una seconda nel 1521 e una terza e ultima, in 46 canti, nel 1532. Le fonti del poema sono da ricercare in tutta la tradizione cavalleresca: dai poemi e romanzi francesi del ciclo carolingio e bretone fino ai cantari tre-quattrocenteschi; ma ...