Memorie di un bevitore: In compagnia di John Barleycorn (Le vie della seta)

“Non ero uno di quegli alcolizzati ereditari che nascono con l’organismo predisposto. Ero, per la mia generazione, un essere normale. Avevo acquisito da me stesso il gusto per l’alcol, non senza fatica, perché dapprima l’avevo trovato ripugnante, e mi aveva provocato più nausee di qualsiasi medicina. Strillone di giornali per le strade, marinaio, minatore, vagabondo in terre lontane, ho constatato che dappertutto, dove gli uomini si radunavano per scambiare delle idee, delle millanterie e delle provocazioni, per ridere, per riposarsi e dimenticare il monotono lavoro delle giornate o delle notti estenuanti, si ritrovavano invariabilmente davanti a un bicchiere d’alcol. Il bar è un luogo di riunione in cui si radunano come i fedeli in chiesa, come gli uomini primitivi intorno al fuoco dell’accampamento o all’entrata della caverna. È stata la facilità di procurarmi l’alcol, che me ne ha dato il gusto. Non sapevo proprio che farmene, di questa specie di droga! Anzi, ne ridevo. E tuttavia eccomi qui, infine, posseduto dal desiderio di bere: sono occorsi vent’anni perché si radicasse in me e durante gli altri dieci anni che seguirono, questo desiderio non ha fatto che crescere. Ma, soddisfacendolo, non provo nessun beneficio. Per temperamento, ho il cuore sano e lo spirito allegro. Tuttavia, quando passeggio in compagnia di John Barleycorn, soffro tutte le torture del pessimismo intellettuale.”

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Jack London

La legge della vita (La legge della vita e altri racconti)

La legge della vita (La legge della vita e altri racconti) di Jack London

Articoli visualizzati di recente e suggerimenti in primo piano › Visualizza o modifica la cronologia di navigazione Dopo aver visualizzato le pagine di dettaglio del prodotto, guarda qui per trovare un modo facile per tornare alle pagine che ti interessano.

Il richiamo della foresta

Il richiamo della foresta di Jack London Latorre Editore

Questo è uno dei grandi libri per ragazzi che tutti, ragazzi e adulti, dovrebbero leggere almeno una volta nella vita. È la storia avvincente di Buck, un grosso cane del Sud che si trova a vivere un’epica avventura nel grande Nord, in Alaska, durante la mitica corsa all’oro. Quella corsa di cui ci ha raccontato anche Charlie Chaplin. Così il nostro Buck passa dagli agi della vita e dalla ...

Il tallone di ferro

Il tallone di ferro di Jack London MONDADORI

California, anno 419 della Fratellanza dell'Uomo, XXVI secolo dell'era volgare. Lo storico Anthony Meredith ritrova nascosto nel tronco di una quercia il Manoscritto che Avis, moglie e compagna del rivoluzionario Ernest Everhard, ha lasciato incompiuto nel 1932, prima di essere giustiziata dai Mercenari dell'Oligarchia. Nelle pagine scrupolosamente annotate da Meredith si narrano «gli anni ...

Micaèle fratello di Jerry cane da circo

Micaèle fratello di Jerry cane da circo di Jack London

Articoli visualizzati di recente e suggerimenti in primo piano › Visualizza o modifica la cronologia di navigazione Dopo aver visualizzato le pagine di dettaglio del prodotto, guarda qui per trovare un modo facile per tornare alle pagine che ti interessano.

Zanna bianca

Zanna bianca di Jack London Rusconi Libri

Zanna Bianca, uno dei romanzi più tradotti, venduti e recensiti del secolo scorso, racconta di un cucciolo di lupo disposto ad accettare qualsiasi sfida per sopravvivere, ma al tempo stesso pronto a sacrificare la propria vita per colui che ha risvegliato nel suo “cuore” di animale selvatico la fiducia nell’essere umano. Buck viene venduto ai cercatori d’oro della dura e ostile Alaska.

Il richiamo della foresta

Il richiamo della foresta di Jack London Rusconi Libri

Buck viene venduto ai cercatori d’oro della dura e ostile Alaska. Qui è costretto a indicibili fatiche da uomini crudeli e violenti ma troverà la forza di sopportare e aiutare Thornton, l’amato-odiato padrone, per trovare la propria libertà unendosi ai selvaggi indiani.