Il bambino con gli occhi vuoti (Robin&sons)

La vita di Giulia e Daniel sembra perfetta e felice, come l’amore che vivono, nato in modo inaspettato e travolgente.
Daniel è uno scrittore e scrivere è per lui l’unico modo per entrare in contatto con il resto del mondo e per mantenere l’equilibrio tra la luce e il buio della sua anima, tra passato e presente.
Giulia sa di essere profondamente diversa da Daniel, senz’altro più ‘normale’, e rispetta le sue stranezze e i suoi silenzi.
Un giorno, nel quartiere dove abitava da bambino, Daniel incontra Amanda, una donna misteriosa, che conduce la propria esistenza ai margini. È una prostituta, un’artista che realizza murales in un magazzino abbandonato e vive sola in una vecchia casa vittoriana.
Daniel è fortemente attratto da Amanda e dalla sua vita, tanto da trasformarla nel personaggio di un suo libro e da cominciare a frequentarla, giorno dopo giorno, durante un autunno londinese. Questo lo porta a mentire a Giulia, allontanandosi da lei e riavvicinandosi al proprio passato e al male fatto e ricevuto.
Tra i due si crea un legame potente, un’affinità tra esseri simili, che hanno sofferto e sperimentato il male; ma Amanda è entrata in contatto con Daniel per un motivo preciso.
Giulia vede Daniel allontanarsi da lei proprio nel momento in cui le loro esistenze stanno per cambiare e vuole conoscere il suo passato, per aiutarlo e riportarlo a casa.
I personaggi intraprendono un percorso di rinascita e riscatto, per potere vivere e amare ancora o chiudere la propria vita.
Londra e la sua varia umanità fanno da sfondo alle vite e ai pensieri di Daniel, Amanda e Giulia.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo