IL MONDO MEDIEVALE SOSPESO FRA CIELO E TERRA: I CARATTERI FONDAMENTALI DELLA DIVINA COMMEDIA E IL PLURILINGUISMO DANTESCO

Congedo questo saggio, che è un esito di analisi storica e letteraria, e che ha avuto la propria nascita nelle pause della mia formazione di insegnante.



A quasi undici anni dalla sua stesura attuale, sono cambiate radicalmente le impostazioni del sapere, e questo cambiamento non ha prodotto sinora buoni frutti, gli studenti faticano a comprendere il meraviglioso mondo del Medioevo che ha fatto sviluppare il pensiero filosofico-mistico, e soprattutto faticano a riconoscere in Dante il Padre della lingua italiana.

Con la speranza che queste pagine siano di ausilio a chi desidera con il mio stesso ardore avvicinarsi al Medioevo: senza esso non avremmo avuto poi: Cartesio, Giordano Bruno, Lutero, Teresa d’Avila e Giovanni della Croce, ma senza di esso non avremmo avuto Dante Petrarca Boccaccio e più tardi Tasso!



Antonio Di Giorgio

31 Maggio 2016-05-31

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Antonio Di Giorgio

Libro di Geremia: Apocalittica veterotestamentaria il profeta Geremia

Libro di Geremia: Apocalittica veterotestamentaria il profeta Geremia di

Saggio esegetico sul profeta Geremia.Anno accademico 1989-90Destinato al professor Domenico Maselli, cattedra di storia del cristianesimo - università di Firenze, facoltà di Magistero.

L'emissario di Temiscira  romanzo

L'emissario di Temiscira romanzo di

«Ho avuto molti nomi, il primo fu Alete, e fui Alete per tutti questi millenni [...] Éleno so che era un magnifico uomo, devoto, rispettoso degli Dei. Abitò per tanto tempo a Temiscira, ma non rammento, non ricordo più dov’era Temiscira, so solo che nessuno lo sa. Alete so che era un bellissimo uomo, ma nessuno, mai lo ha più visto fra noi.