Il mensile di Lupo Alberto 374: agosto 2016

Compra su Amazon

Il mensile di Lupo Alberto 374: agosto 2016
Autore
Silver
Editore
MONDADORI
Pubblicazione
10/08/2016
Categorie
Li chiamano "smombie", cioè zombie con lo smartphone, popolo di rapiti dal cellulare che camminano per la strada senza alzare gli occhi dallo schermo, e non guardano nulla di quello che è intorno a loro. Attraversano strade, semafori, incroci, binari dei tram e delle ferrovie senza smettere di leggere, chattare, giocare, mandare messaggi, anche a costo di pericoli estremi che non riescono neppure a considerare, marciando con lo sguardo incollato a quell'aggeggio che hanno tra le mani e che ormai è padrone delle loro vite.
Il fenomeno sembra riguardare il 70% dei dotati di smartphone, e si moltiplicano le città che cercano di correre ai ripari: Stoccolma e San Francisco hanno riservato corsie di marciapiedi a questi "cammunicanti", in alcuni quartieri di Londra hanno ricoperto i lampioni con gommapiuma, per evitare l'effetto scontro, nel New Jersey tentano con le multe. Ma pare tutto inutile. Loro dicono che stanno andando verso il futuro, e niente potrà fermarli...

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione

Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Silver

Il mensile di Lupo Alberto 417: novembre 2019

Il mensile di Lupo Alberto 417: novembre 2019 di Silver MONDADORI

Nello scontento dilagante delle nostre vite, le tasse sempre in aumento, gli evasori che continuano a evadere impuniti, la disoccupazione dilagante, i giovani senza futuro, gli immigrati, la Germania, l'Europa, i poteri forti … ci lamentiamo di tutto. In alcuni casi, giustamente. Ma qualcuno trova terreno fertile per strumentalizzare la tensione e alimentare la rabbia, fomentando l'odio nelle ...

Il mensile di Lupo Alberto 427: giugno 2021

Il mensile di Lupo Alberto 427: giugno 2021 di Silver,

Articoli visualizzati di recente e suggerimenti in primo piano › Visualizza o modifica la cronologia di navigazione Dopo aver visualizzato le pagine di dettaglio del prodotto, guarda qui per trovare un modo facile per tornare alle pagine che ti interessano.

Il mensile di Lupo Alberto 416: febbraio 2020

Il mensile di Lupo Alberto 416: febbraio 2020 di Silver MONDADORI

La storia comincia spesso da momenti isolati, qualcosa che cerca il suo piccolo spazio, una piccola voce nell'assordante confusione generale, e pian piano prende forma, stimola attenzione, trova seguito e cresce, nelle coscienze e nei comportamenti. Perché è da qui che parte il nostro futuro. Lo ha dimostrato Greta con il seguito mondiale che ha trovato nelle sue battaglie per il clima. Lo ...

Il mensile di Lupo Alberto 415: gennaio 2020

Il mensile di Lupo Alberto 415: gennaio 2020 di Silver MONDADORI

Ogni nuovo anno inizia con nuovi propositi, quelli sempre immaginati e spesso accantonati in attesa del momento giusto. E il momento è adesso, per prendere in mano le nostre vite e provare a fare qualche progetto concreto, magari azzardato, avventuroso, ma che possa davvero dare una scossa di cambiamento ai nostri giorni vuoti e scontenti. In un'attualità liquida, dove l'incertezza è l'unica ...

Il mensile di Lupo Alberto 414: dicembre 2019

Il mensile di Lupo Alberto 414: dicembre 2019 di Silver MONDADORI

È l'ultimo mese di un anno difficile, squilibrato, fra ostentazioni di forza e lotte di potere, in cui l'odio si è diffuso pericolosamente, senza reale ragione, tanto per adeguarsi al clima di intolleranza che una rovinosa politica propagandava ogni giorno. E anche se adesso il vento pare un po' cambiato, il seme dell'odio ha messo in fretta radici profonde, che saranno difficili da estirpare...

Il mensile di Lupo Alberto 413: novembre 2019

Il mensile di Lupo Alberto 413: novembre 2019 di Silver MONDADORI

C'era una volta il diario, quello a cui con dare i pensieri, le emozioni, i ricordi. Pagine scritte con la penna, che permetteva di seguire un'idea prima che il pensiero, così veloce, ne fornisse un'altra, e chiuse con il lucchetto, nascoste tra i libri o in fondo al cassetto, dove a nessuno sarebbe venuto in mente di guardare. Perché i sentimenti dovevano restare segreti. Adesso, nell'era ...