Hermanos

America, fine dell’ottocento. Un pistolero eccellente poco riflessivo e molto esuberante, uno stratega infallibile e di poche parole, un ex-soldato americano pavido e pigro ed un medico senza le giuste qualifiche alla ricerca della propria strada, si ritrovano in fuga dall’Arizona verso il Messico.
Ricercati con l’accusa di furto di un carico d’oro sia dall’esercito Americano che da quello Messicano e con la certezza della fucilazione in caso di cattura, si vedono costretti a mettersi sulle tracce dei veri responsabili che li hanno volontariamente cacciati in quella spiacevole situazione.
Una volta scoperta la reale destinazione dei lingotti e dei veri ladri, il gruppo apparentemente improvvisato avrà ancora il coraggio di cercare vendetta per la falsa accusa e di provare ad impossessarsi dell’oro?

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

HermanosMangialibri

Nel vecchio West si consuma la più classica delle storie: banditi buoni, banditi malvagi, guardie, oro, cavalli, diligenze, carne essiccata, forti e fucili. Gli elementi per inserirsi nel filone spaghetti western ci sono tutti. La capacità di gestire una storia, anche. Ed ecco che il romanzo è servito. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.