Una patriota nell'harem: Asia Minore e Siria

Dopo la disfatta della Repubblica romana nel 1849, Cristina Trivulzio di Belgioioso, che era stata una delle animatrici di quella rivoluzione, fugge. Lascia l’Italia con Maria, sua figlia, e la governante Miss Parker, rifugiandosi in una fattoria nel centro dell’Anatolia (la Turchia all’epoca offriva rifugio a esuli europei di varie nazionalità). Nel 1852 intraprende un pellegrinaggio verso Gerusalemme che durerà circa undici mesi: le varie tappe descritte diverranno una serie di articoli in francese, che invierà alla Revue des Deux Mondes a Parigi. Saranno poi raccolti in un volume che uscirà in Francia dal titolo Asie Mineure et Syrie (Parigi, 1958), in seguito tradotto anche in inglese, Orienthal Harem and scenery (New York, 1862). Questa è la prima traduzione completa dell’opera in italiano.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo