Il club degli idoli (Future Fiction Vol. 39)

Questa antologia di racconti di Pat Cadigan – unanimemente riconosciuta come la regina del cyberpunk – offre tre storie molto diverse da loro che spaziano dai tempi d’oro del movimento cyberpunk, con “Il club degli idoli” (candidato al Nebula e vincitore del SF Chronicle 1987) fino alla piena maturità dell’autrice con “La ragazza che si fece sushi” (vincitore dei premi Hugo e Locus 2013) e “Tutto normale”.
Dai locali avveniristici e pieni di fantomatici “Tipi Carini”, passando per il rapporto conflittuale con un frigorifero simbolo dell’Internet delle Cose, fino alle strategie di sopravvivenza di un gruppo di mutanti che lavorano nell’orbita di Giove, Pat Cadigan è e senza dubbio resta – con la sua scrittura affilata e pungente – una delle autrici più provocatorie e interessanti della fantascienza degli ultimi anni.
Traduzione di Lia Tomasich e copertina di Eugenia Ponzo.

L’autrice: Sin dagli esordi, Pat Cadigan (Schenectady - NY, 1953) ha incarnato il volto femminile del movimento cyberpunk, attraverso splendidi romanzi come Mindplayers (Shake 1996) Sintetizzatori umani (Shake 1998) e Folli (Shake, 2000), tutti incentrati sul rapporto tra mente umana e tecnologia. Nelle sue storie, la linea che separa la realtà dalla sua percezione è molto sottile anzi, spesso tende a scomparire per lasciare il posto a luoghi virtuali, che sono tanto fisicamente esperibili quanto causa di conseguenze inaspettate.
Ha ottenuto numerosi riconoscimenti, inclusi due prestigiosi premi Arthur C. Clarke, nel 1992 e nel 1995, per Sintetizzatori umani e Folli. Attualmente vive a Londra con la sua famiglia.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo