Storie del buon Dio

Nelle Storie del Buon Dio (1900), opera decisamente singolare rispetto alla produzione di Rilke, sono raccolti tredici racconti, “narrati ai grandi perché li ripetano ai bambini” - come sottolineò lo stesso poeta - tutti incentrati su Dio, che viene continuamente cercato e, laddove nascosto, atteso con rinnovata speranza.

Il Dio menzionato da Rilke non ha nulla a che fare con quello della religione cristiana, al contrario, si mostra tascabile quanto un ditale, al punto da suscitare l’impressione che “qualunque oggetto possa impersonarLo, basta soltanto dirglieLo”. Ed è un Dio distratto, che lascia le creature sfuggire al suo controllo e talvolta si arrabbia, mettendosi a discutere con un angelo; un Dio che crea, con poca razionalità e molta poesia e che si intenerisce al pianto di una bimba.

Ma da questi racconti, intrisi di realismo e fantasia, non è solo Dio a emergere, bensì l’uomo, con i suoi valori e le sue pecche, le inquietudini e l’infinita creatività. Tredici storie parzialmente ispirate da racconti popolari russi:“Melodie – scrisse Rilke – che nessuno, né cosacco né contadino, ha potuto ascoltare senza piangere, eppure permeate da un fine umorismo”.

Rainer Maria Rilke (1875 - 1926) fu uno scrittore, poeta e drammaturgo austriaco, considerato uno dei più importanti poeti di lingua tedesca del secolo scorso. Tra le sue opere: Lettere a un giovane poeta (1903-1908), I quaderni di Malte Laurids Brigge (1910) ed Elegie Duinesi (1923).


Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Rainer Maria Rilke

Storie del buon Dio (Classici)

Storie del buon Dio (Classici) di

Le storie del buon Dio, scritte da Rilke nel 1900, sono tredici brevi racconti sereni ed armoniosi in cui l’autore mira a delineare, in uno stile in cui sono chiaramente visibili gli influssi di Tolstoj, più che il concetto, il sentimento di Dio, descrivendolo in semplici parabole adatte soprattutto ad essere raccontate ai bambini. Questi racconti rappresentano uno dei pochi momenti di appagame...

Le parole dell'angelo. Poesie scelte di Rainer Maria Rilke (Con due prose da I quaderni di Malte Laurids Brigge e poesie di George Trackl)

Le parole dell'angelo. Poesie scelte di Rainer Maria Rilke (Con due prose da I quaderni di Malte Laurids Brigge e poesie di George Trackl) di

La presente edizione raccoglie una selezione dei capolavori poetici di Rainer Maria Rilke e due prose dal suo unico romanzo: "I quaderni di Malte Laurids Brigge". Una sintesi poetico-letteraria incentrata sui punti cardine dell’opera di Rilke: la solitudine, il senso della natura, dell’amore e, soprattutto, della morte. La traduzione di Giaime Pintor ne cattura per intero la tagliente e strugge...

Lettere a un giovane poeta - Lettere a una giovane signora - Su Dio (Piccola biblioteca Adelphi)

Lettere a un giovane poeta - Lettere a una giovane signora - Su Dio (Piccola biblioteca Adelphi) di

Le "Lettere a un giovane poeta" furono realmente indirizzate da Rilke al giovane scrittore Kappus fra il 1903 e il 1908. Pubblicate postume nel 1929, si diffusero in breve tempo nei paesi di lingua tedesca come una specie di breviario – non tanto d’arte quanto di vita. Oggi, nella generale riscoperta di Rilke, ormai sfrondato di quegli omaggi sensibilistici che per molti avevano a lungo impedit...

Lettere a un giovane poeta - Lettere a una giovane signora - Su Dio

Lettere a un giovane poeta - Lettere a una giovane signora - Su Dio di

Le "Lettere a un giovane poeta" di Rainer Maria Rilke costituisce la reale e reattiva testimonianza di una concentrata corrispondenza fra il poeta austriaco di origine boema e lo scrittore Kappus all’inizio del Novecento pubblicata in seguito alla morte del poeta, forse come una sorta di testamento spirituale.

Ewald Tragy

Ewald Tragy di

Ewald Tragy è un «ritratto dell’artista da giovane», e in clima di fine secolo, opera di un Rilke giovanissimo e già compiutamente scrittore, che osserva come attraverso un potentissimo cannocchiale il momento del distacco dell’insofferente poeta Ewald Tragy dalla sua famiglia e delle sue prime esperienze nella vita indipendente, da artista, a Monaco. C’è una sorprendente ironia e rilevata nett...

Due storie praghesi (Introvabili)

Due storie praghesi (Introvabili) di

«Lo scopo di questo libro» ha scritto Rilke «era di avvicinare in qualche modo la propria infanzia perché ogni arte ha nostalgia di quel remoto giardino della ricchezza di quei profumi e di quelle oscurità volendo dare la parola al suo fruscio. Il pretesto era costituito da due piccole storie. Lo scenario è Praga questa città piena di strade buie e di cortili misteriosi. Gli abitanti che d...