Tyler Taylor: Il mistero della palude

Una trovata cinematografica, in tutti i sensi. L’autore ha ideato una storia originale, pensando ad una sceneggiatura vera e propria. Infatti, leggendo il contenuto, possiamo notare dei dialoghi scritti sotto forma di copione. Il lettore si sentirà un po’ attore e seguendo le indicazioni, cosiddette registiche, potrà meglio riuscire a comprendere il tono di una battuta e l’espressione di un personaggio. L’obbiettivo è quello di far immergere il lettore nella storia, facendogli apparire davanti agli occhi, esattamente quello che ha visto l’autore. Non è un caso la mancata descrizione del paese in cui vive il protagonista e del vestiario di ogni personaggio. L’autore ha voluto omettere questa parte, per far sì che il lettore possa volare il più possibile con l’immaginazione.
Cosa dire? Leggere non è mai stato così scorrevole.

Mi chiamo Tyler Taylor e sono un cittadino di Penny Stoke, piccolo paesino situato poco distante dalla città. Ti ho parlato del testo e dell’autore che mi ha messo alla luce. Beh, è come un padre per me, ma ti confesso che il mio vero padre è stato ucciso anni fa, nel bosco che divide Penny Stoke da Taxon City, la città. Mai nessuno lo oltrepassa di notte e di giorno, Leonard ha dato ordine all’esercito di schierarsi lì fuori, per evitare che chiunque voglia, vada in città. Chi è Leonard? Mio zio acquisito, ha pensato bene di sposare mia zia Mary, sorella di Brandon, mio padre. Che strega, quella donna. Lo penso davvero, sai?! Tornando alla mia storia, vi dirò che vorrei tanto fuggire da questo posto e da mio zio, ma non mi viene permesso. Sto pensando di evadere, di notte, è chiaro. Il mio amico Max dice che sono un pazzo, perché oso oltrepassare il bosco di notte. Una volta addirittura mi ha detto che la leggenda narra di una… no, aspettate, vi sto dicendo troppo. Comunque, voglio scappare. Sono deciso e pronto a farlo. Vuoi accompagnarmi? Se non vorrai, ti capisco, ma lo faccio ugualmente. A proposito, c’è una ragazza… che rompipalle... però è carina. Come dici? Qual è il mistero? Beh… la leggenda narra, amico mio.
Ciao, ti aspetto a casa Taylor. Ci conto!

[Tyler Taylor]

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli