Ora sai chi sei

Notable Book del 2015 per «The New York Times»
Miglior romanzo 2015 per Kirkus Reviews
Finalista al Kirkus Prize 2015
Vincitore del Jerwood Fiction Uncovered Prize


«Un romanzo caleidoscopico… Susan Barker tesse un impressionante ritratto della Cina e dell’influenza che il suo passato ha sul presente».
«The New Yorker»

«Un romanzo ipnotico, un uso incredibile del linguaggio. Il talento narrativo di Susan Barker risplende in ogni pagina.»
«The New York Times

«Serrato, complesso, emozionante, scorrevole, intenso… Le brevi saghe di storia cinese raccontate nelle lettere, insieme alle vivide descrizioni della Cina odierna, ne fanno un libro di grande importanza.»
The New York Times Review of Books

«Sospendete l’incredulità, lasciatevi trasportare da questo libro meraviglioso dal presente al passato e di nuovo a oggi… Susan Barker è bravissima.»
The Guardian

«Barker ha strutturato questo racconto intricato con grande abilità, e il mistero ci spinge ad andare avanti… Alle ultime pagine, ci si ritrova a rallentare la lettura per prolungare la suspense.»
Boston Globe

«Uno dei piaceri del libro è vedere come Susan Barker lentamente riveli le connessioni tra la vita in apparenza semplice di Wang e le altre vite narrate nelle lettere.»
The Columbus Dispatch

«Un page-turner sulla reincarnazione… una lettura memorabile.»
Publishers Weekly

Le reincarnazioni di un tassista di Pechino nel corso di mille anni si rivelano attraverso le lettere di una misteriosa anima gemella.
Tessendo insieme folklore, storia, classici letterari e il concetto di reincarnazione, Ora sai chi sei rivela l’eterno ritorno della storia suggerendo che il passato non è mai definitivamente tale.
Pechino 2008, vigilia delle Olimpiadi. Wang ha trent’anni, fa il tassista, è sposato con Yida, ha una figlia di nove anni, Echo.
Dinastia Tang, 600. Radice Amara è un eunuco al servizio dell’imperatore, ha una figlia nata da un incesto che, dopo aver rifiutato un matrimonio combinato, è costretta a prostituirsi. Cos’hanno in comune due personaggi così diversi? Tutto. Wang è la reincarnazione di Radice Amara. Glielo comunica una lettera lasciata da qualcuno sul cruscotto del taxi. L’inesorabilità del potere, raccontata in questa lettera, come in tutte le altre che Wang riceve via via nello stesso modo misterioso, è al centro del romanzo: il tassista scoprirà di essere stato una concubina nell’harem di un tremendo imperatore Ming, un mozzo su una nave durante le guerre dell’oppio, una guardia rossa adolescente… che avrà un posto speciale nella sua vita.
Parallelamente, Barker racconta le avventure e disavventure contemporanee di Wang, meno pittoresche ma altrettanto terribili di quelle dei suoi precedenti avatar: il padre, un importante quadro del partito, lo spedisce giovanissimo in un ospedale psichiatrico, dove si innamora di Zeng, un figlio del popolo rinchiuso perché gay, riuscendo poi a liberarsi e a sposare Yida, ma non a sfuggire del tutto alla persecuzione del genitore e della matrigna. L’ultima lettera che riceve svela il mistero dell’identità del loro autore. Attraverso le vite raccontate nelle missive, Susan Barker, in uno stile semplice e senza effetti speciali, ci permette di gettare uno sguardo sugli usi e costumi della Cina nei vari periodi storici, e di scoprire le radici passate di quella contemporanea: gli orrori inimmaginabili, quasi sempre illustrati attraverso i rapporti tra i sessi, mostrano come le strutture e la crudeltà del potere passino intatte da un’epoca all’altra. E quello che il potere reprime da sempre rispunta nella psiche disturbata dei personaggi contemporanei, suggerendo una lettura politica.
Se credevamo che le nostre perplessità sulla Cina «moderna» fossero pregiudizi, il suo passato – ch

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Ora sai chi seiMangialibri

Pechino, Cina. Siamo nel 2008 e i lavori per le imminenti Olimpiadi stanno cambiando l’aspetto della città a una velocità incredibile. Wang Jun ha trent’anni e guida il taxi con la licenza numero 394493. Ha una moglie di nome Yida, forte e indipendente, e una figlia di nove anni di nome Echo che gli è molto affezionata. La vita del tassista, di giorno, è molto monotona ma la Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.