Spettacolo

Non si poteva spiegare la bellezza sconfinata e disarmante di quella donna, capace con i suoi occhi di smeraldo di lanciare incantesimi senza antidoto, e con i suoi lunghi capelli color biondo cenere di far fermare il vento che li muoveva, perché anch'esso ne rimaneva ammaliato. Nessuno l'aveva mai vista prima, la Bellezza, e nessuno sarebbe stato capace di trovarla altrove, dopo aver incrociato lo sguardo di lei. Non conosceva l'amore, quella donna di nome Laetitia Bertrand, sebbene ne fosse un'accanita dispensatrice. Quando lo scoprì, iniziò per lei la fine delle certezze, la fine della vecchia vita. Era stato un uomo, quell'uomo di nome Omar Dumas, a resistere al suo incantesimo per un solo istante, che gli bastò per trafiggere il suo cuore. E la uccise l'orrore, la tremenda crudeltà di chi mai l'aveva incontrata prima. Di lei rimase solo un quadro, dipinto dall'unico uomo che ella mai amò. Un ritratto perfettamente identico al suo volto, terribilmente fedele a ognuno dei suoi lineamenti. Era inevitabilmente un ritratto perfetto, dato che ella non conosceva imperfezioni.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Francesco Petronzio

Tutto passa

Tutto passa di

Clara è figlia del mare e del destino. Un bel giorno il suo arrivo su un’isola lontana cambiò la vita di un giovane pescatore, che verso il mare sarà sempre debitore. La ragazza insegnò giorno dopo giorno al giovane pescatore cosa volesse dire veramente amare, e lui le rivelò i segreti del mare, che ama chi lo ama. A Clara il mare insegnò la propria lingua, facendola penetrare nella sua anima, ...