La libreria delle storie sospese

Sprofondata nella sua poltrona, tra gli scaffali che profumano di carta, Adele osserva il via vai che affolla la libreria. Questo luogo magico dalle pareti lilla, nascosto al confine tra la Milano delle boutique e i condomini affollati della periferia, è piccolo e accogliente, ed è solo per chi vuole davvero trovarlo. Proprio come è successo ad Adele che, da quella mattina di tanti anni prima, torna ogni giorno dalla sua amica Nina. Occhi intensi e sorriso grande, la giovane libraia si muove sicura nel caos che soltanto lei conosce e, ogni volta che un viso nuovo varca la soglia del negozio, gli va incontro travolgendolo con la sua energia. Qui, tra i sogni, le storie si moltiplicano. Da quando un cliente ha avuto l’idea di lasciare un libro in regalo per l’avventore successivo, il locale si è riempito di persone. Così tutti hanno almeno una storia da regalare agli altri e tutti vogliono lanciare un messaggio, parlare, incontrarsi . E, magari , anche innamorarsi . Perché, a volte, per la felicità bastano tanti romanzi ancora da leggere e un uomo, anche sconosciuto, che ti canti canzoni d’amore; Nina, che con i libri è cresciuta, lo sa bene. E forse anche lei, che ha appena interrotto una storia importante, è pronta per vivere un nuovo sogno…

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

LA LIBRERIA DELLE STORIE SOSPESE - RECENSIONEUn'ora di Sole

Vi dico subito che è una storia dolce e tenera in cui ho lasciato il cuore (e pure qualche lacrima) e che mi ha riportata a quand'ero piccina, a quando la mia nonna si inventava le storie per farmi stare buona. E in Adele, la voce narrante, ho ritrovato molto della mia nonnina. Innanzitutto l’età, poi il vissuto, i modi calmi e pacati e l’ammirazione con cui osservava la vita dei giovani. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.