Memoria

Queste cose sono state scritte piu' o meno nell'arco d'una quindicina d'anni alla fine dello scorso secolo, sono stati anni abbastanza complicati perche' oltre a scrivere poesie racconti e fiabe c'era pure da combattere la mafia, mettere in piedi giornali di sinistra, dar fastidio ai caporioni di allora, organizzare movimenti e partiti, scoprire nuovi modi di fare giornalismo e tutto il resto.

È stata una faccenda abbastanza complicata perché a quei tempi i poeti non erano, come adesso, finanziati dal Pianeta e non lo erano nemmeno i giornalisti di sinistra - non almeno quelli seri. In piu', c'era da organizzare un casino di traslochi, dapprima da una casa all'altra, poi da una casa a una camera d'affitto e infine da una camera d'affitto alla strada. Una trentina di posti, a occhio e croce, in una mezza dozzina di città. Gli Autori, nel corso di tutti quegli anni, hanno avuto modo di farsi un'idea abbastanza precisa nel mondo in cui vivevano. Non era un brutto mondo, tutto sommato, anche se piuttosto caro da visitare. Di gente a posto ce n'era, e tanto basta. Anche se poi non era esattamente quella che uno s'aspettava. Bene, probabilmente ci siamo ancora. Almeno qui.

– Riccardo Orioles
riccardoorioles@gmail.com

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Riccardo Orioles

La Catena di San Libero: 1999-2011

La Catena di San Libero: 1999-2011 di

Termina qui la lotta al potere mafioso per questa generazione. Abbiamo ottenuto dei risultati: Sindona, i cugini Salvo, i cavalieri catanesi. Siamo stati sconfitti su tutto il resto. Queste vittorie parziali ci consentono tuttavia di guadagnare del tempo, di allontanare di qualche anno il pieno radicamento del sistema. L'esito finale è comunque, probabilmente, quello russo: marginalizzazione de...