Nepotes Dei


Genere: fantasy comico noir
Copertina e illustrazioni Massimiliano Ruffino

Titolo originale: Amalgrammer (Ed. cartacea Edizioni Akkuaria 2012)
Testo rivisitato
Premio Fantasy Way 2011, Ass. Artists & Creatives
Premio della Critica Libera la fantasia 2013, Ass. Luce dell'Arte

Trama:
Un giorno, o meglio, una notte, la notte buia e tempestosa di Ognissanti, un fulmine squarcia il cielo e illumina due figure spettrali in cima al campanile della vecchia chiesa.
Chi sono? Da dove vengono? Quali forze oscure guidano il loro passaggio attraverso il Fiction World? E perché questo tranquillo e ordinato agglomerato di mondi fantastici all'improvviso si attorciglia su se stesso come uno straccio bagnato, i confini si smagliano, i numeri si invertono, i nomi si trasformano in incomprensibili anagrammi? Le rette vie si scontrano contromano con se stesse, i personaggi delle fiabe abbandonano il Bosco per riversarsi nei sobborghi malfamati dei fumetti e fra le linde villette del cinema, creando una specie di surreale quadro cubista dove ogni forma originaria viene scomposta secondo bizzarre prospettive burlesche.
Volete sentire la storia del Prete che desiderava una Browning e della Bambina che puzzava più di un marinaio di Bristol, della Brilla Addormentata e del Puzzle di pelle umana, di Barbablues e della Vasca piena di sangue? Le storie di quel gran caprone di Baffotelometto, di BisexBomB e del suo vibratore d'argento vivo? Allora sfogliate le pagine irriverenti e spassose di questo libro...

Recensione (estratto):
Si definisce «romanzo fantasy» ma potrebbe andar bene anche «favola nera con eros e risate», «fantastico, tutto il campionario»...
Ecco alcuni/e fra le persone o personaggi qui parodiati, saccheggiati, reinterpretati, usati come pezzi per trapianti e comunque sempre con i nomi storpiati (spesso in modo geniale): padre Brown, il Gatto con gli stivali, Genoveffa (la sorellastra di Cenerentola), i 7 nani, Terminator, Pinocchio, Superman, Sherlock Holmes e suo fratello, Barbablù, Pippi Calzelunghe, la Bella e la Bestia, padre Karras (avete presente «L'esorcista»?), Alice, il Principe azzurro, Freddy Krueger, Spock (non il medico, quello di «Star Trek») con il contorno di fate, streghe, diavoli, goblin, gremlin, zombie. E il jin (per capirsi «il genio» della lampada di Aladino) che serve gin mentre Medusaegetta si occupa della raccolta differenziata. Non conoscevo il Buraq, «mistico quadrupede dell'Islam dal corpo di cavallo, testa di donna, ali e coda da pavone». Si impara sempre, perfino dai (o sui) simil-pavoni.
Mi è parso di sentire un urlo: «Che roba è?».
Rispondo sommessamente: Douglas Adams - citato in apertura - mescolato con la migliore Angela Carter e Tim Burton, però corretto da un pizzico di Bunuel. O forse semplicemente lei: Guergana Radeva è inimitabile.
Per godere del libro occorrono solo una buona dentatura (risate e sorrisi in quantità) e pazzia qb. Infatti nello scriverlo Guergana... Rideva.
Annuncio qui solennemente («urbi et corvi», tanto per restare all'attualità vaticana) che inserirò fra le mie (ec-)citazioni preferite i brevi brani sulla Cocca Colla che rileva l'Acqua Santa e sulla Luna sconfitta dalle silhouettes ma anche il piccione incazzato con i cellulari e le 5 particolareggiate righe su come si consuma «il classico amplesso fra due adulti consenzienti in uno spazio assai ristretto». Più un'altra quindicina di frasi giocherellone...

Daniele Barbieri
http://www.labottegadelbarbieri.org/su-amalgrammer-di-guergana-radeva/

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Guergana Radeva

La vergine puttana e altri tranelli del corpo e dell'anima: Romanzo fantasy esoterico

La vergine puttana e altri tranelli del corpo e dell'anima: Romanzo fantasy esoterico di

Titolo originale: Amalgrab ovvero lo specchio delle brame (Ed. cartacea Di Salvo 2007) Genere: fantasy esoterico Testo rivisitato. Illustrazioni Massimiliano Ruffino Premio Giuria Narrativa Edita Città di Salò 2009 Finalista ai Premi Letterari Lo sguardo dell'Altro 2006, Popoli in Cammino 2008, Il Delfino 2013 Trama Turbata dalla propria “diversità non voluta”, Leda Ed Aduac parte sulle orme ...