L'uomo che ha inventato il XX secolo: Nikola Tesla, il genio dimenticato dell'elettricità

"L’uomo che ha inventato il XX secolo" è la biografia di Nikola Tesla, il testo più esauriente mai scritto sulla vita e sulle invenzioni del geniale scienziato, colui che ha regalato all’umanità la corrente alternata, l’illuminazione a fluorescenza, la radio, l’energia idroelettrica, la sismologia - solo per citare alcune invenzioni.
La storia della sua vita è stata una straordinaria serie di successi scientifici, alternati a un gran numero di disastri commerciali e personali. Perseguitato dalla sfortuna e sfruttato da coloro che gli stavano intorno, i riconoscimenti e i lauti guadagni che avrebbe dovuto ricevere per il suo lavoro furono usurpati da alcuni degli imprenditori più famosi d’America, Edison e Westinghouse su tutti. Dopo la misteriosa morte, tutte le informazioni su Tesla e sulle sue invenzioni sono state deliberatamente secretate dall’FBI.
Utilizzando scritti autografi, articoli dell’epoca, trascrizioni di tribunali e file dell’FBI recentemente desecretati, questo libro delinea la reale portata del genio scientifico di Tesla, e racconta l’incredibile storia di come il suo nome e i suoi meriti sono stati dimenticati.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Mangialibri

L’uomo che ha inventato il XX secoloMangialibri

Nikola Tesla nasce nel 1856 nel villaggio di Smiljan in Croazia, il padre è il reverendo Milutin Tesla e la madre la giovane Djouka. Grazie all’abitudine di appuntare aneddoti e impressioni è oggi possibile ricostruire in maniera attendibile la vita di quest’uomo geniale, talentuoso e inarrestabile. Continua…

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di Robert Lomas

La chiave di Hiram: Dal tempio di Salomone ai rituali massonici: sulle tracce dei manoscritti segreti di Gesù

La chiave di Hiram: Dal tempio di Salomone ai rituali massonici: sulle tracce dei manoscritti segreti di Gesù di Robert Lomas MONDADORI

Grazie allo studio comparato di documenti egizi, dell'Antico e Nuovo Testamento, della letteratura cristiana e rabbinica primitiva, dei manoscritti del Mar Morto, gli autori sono riusciti ad individuare l'esistenza di un simbolismo esoterico utilizzato sia dai faraoni che da Gesù, poi adottato dai templari e via via tramandato ai 'fratelli' moderni. Furono proprio i templari a riesumare i ...