Fuga nelle tenebre

Fuga nelle tenebre, pubblicato nel 1931, narra la storia del graduale, germogliare di un delirio. Robert, alto funzionario di un ministero, dopo la morte della moglie, precipita in un vortice di angoscia e ossessioni. Allontanatosi per sei mesi dalla sua città su consiglio del medico, vi fa ritorno convinto di essere guarito. In realtà, un inesorabile regresso mentale lo fa precipitare sempre più nell’abisso della follia.

“Improvvisamente sentì nascere in lui un’angoscia da mozzare il re-spiro, un’angoscia del tutto nuova, che pure era sempre la stessa (...) Non era pazzo; era sano. Ma a cosa gli serviva se gli altri lo ritenevano pazzo? A cosa gli serviva se alla fine lo stesso fratello lo avesse consi-derato pazzo? (...). E se fosse più malato di me, pensò Robert. Se fosse lui il malato - lui soltanto?”

Invano il fratello Otto cerca di salvarlo, riconducendolo alla ragione. Seppure l’incontro con Paula sembri sancire per lui una rinascita e il fidanzamento con lei la definitiva salvezza, le maglie della pazzia, fattesi sempre più serrate, non danno tregua, facendo insorgere in lui il terrore che il fratello stia ordendo una trama ai suoi danni. A poco a poco, il dipanarsi di fantasie sempre più cupe conduce il protagonista verso un unico punto di fuga: le tenebre.

Arthur Schnitzler (1862 – 1931) è stato uno scrittore, drammaturgo e medico austriaco, profondamente influenzato da Freud. Tra le sue opere, si ricordano: Il sottotenente Gustl (1900); Verso la libertà (1908), Doppio sogno (1926), Therese (1928).

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Arthur Schnitzler

Fama tardiva

Fama tardiva di Arthur Schnitzler Guanda

UNA STRAORDINARIA SCOPERTA. IL RITROVAMENTO DEL MANOSCRITTO INEDITO DI ARTHUR SCHNITZLER « Guanda ha messo le mani su un piccolo tesoro. » Mario Baudino, La Stampa Eduard Saxberger – borghese abitudinario, impiegato modello, assiduo frequentatore del solito caffè – durante la solitaria giovinezza non aveva mancato di accarezzare certe ambizioni letterarie e aveva pubblicato una raccolta ...

Fuga nelle tenebre

Fuga nelle tenebre di Arthur Schnitzler Ascoltalibri Edizioni

Arthur Schnitzler è uno scrittore conosciuto soprattutto per una nuova modalità di scrittura definita monologo interiore, attraverso la quale faceva parlare i suoi personaggi. Molto apprezzato da Freud, che riconosceva in lui intuizioni che a lui erano costate anni di studio. “Fuga nelle tenebre” fu completato nel 1917, ma pubblicato solo nel 1931, anno della morte di Schnitzler, e tre anni ...

Fuga nelle tenebre (Piccola biblioteca Adelphi)

Fuga nelle tenebre (Piccola biblioteca Adelphi) di Arthur Schnitzler Adelphi

Nella "Fuga nelle tenebre", che fu pubblicata nel 1931, poco prima della morte dell’autore (ma la stesura originaria è degli anni 1912-1917), Schnitzler raggiunge la massima intensità di narratore. La storia è quella della graduale, consequenziale germinazione di un delirio. Qui il racconto non è, come sempre in Schnitzler, cosparso di accenni al fondo oscuro della psiche, ma in certo modo ...

La signorina Else

La signorina Else di Arthur Schnitzler Rusconi Libri

L’opera raccoglie i pensieri più profondi della giovane Else, costretta a vendere il suo corpo per salvare la famiglia dal disastro economico. Il lettore, pagina dopo pagina, entra in empatia con la bella Else che, dilaniata da senso di colpa, rimorso e vergogna sarà la protagonista di un drammatico epilogo.

La signorina Else

La signorina Else di Arthur Schnitzler Edizioni Clandestine

Else, una splendida diciannovenne, figlia di un illustre avvocato, si ritiene destinata a un matrimonio agiato e a una vita spensierata. La scoperta che il padre, a seguito di un investimento illecito finito male, rischia non solo la rovina, ma perfino la galera, fa crollare miseramente i suoi sogni. Solo lei, secondo quanto le rivela la madre, può riuscire a salvarlo, intercedendo per lui con ...

Morire

Morire di Arthur Schnitzler Edizioni Clandestine

In questo romanzo breve pubblicato nel 1895, Schnitzler descrive l’ultimo anno di vita di Felix, affetto da un male incurabile. Marie, la fidanzata, incapace di affrontare una perdita che diviene giorno dopo giorno sempre più imminente, giurando che la sua vita non avrebbe senso senza di lui, promette all’amato, quando giungerà il momento, di darsi la morte, accompagnandolo nel suo ultimo ...