Odissea: L'epilogo

Il volume narra il viaggio che Odisseo compie, così come gli fu vaticinato dall’indovino Tiresia, da Itaca lungo le coste del Mediterraneo, superando le colonne di Eracle. Inizia con il “LIBRO XXV” in quanto vuole, idealmente, essere il prosieguo della Odissea che, come è noto, termina con il “LIBRO XXIV”. Così come l’Iliade e l’Odissea, si compone anch’esso di 24 libri. È un viaggio voluto dagli dèi che ha lo scopo di acquisire saggezza attraverso nuove esperienze. Nel corso del suo peregrinare Odisseo incontra saggi, barbari senza timore degli dèi, re, filosofi, mercanti. Farà ritorno ad Itaca dove avrà termine la sua preziosa vita. In quest’opera Odisseo non è l’eroe descritto nell’Iliade e nell’Odissea ma un uomo fragile come tutti gli altri che si confronta con il vento, le stelle, il dolore, il mistero della nostra esistenza, la malattia e la morte.
ANTONIO GIAMBERSIO, di professione medico-chirurgo, è autore del volume: “Il Pittore di Pisticci: il mondo e l’opera di un ceramografo della seconda metà del V secolo a.C.” (Premio Letterario Basilicata, Sezione Saggistica, 1989). “ODISSEA L’epilogo” è il suo primo lavoro di narrativa.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli