Rewind: Le due vite di Kurt Cobain

Il leader dei Nirvana, simbolo di una generazione, lotta contro i suoi stessi sogni, che diventano incubi. E se ne libera.
Kurt Cobain risorge in una storia che racconta quel futuro che ha scelto di non vivere.
La vita immaginaria di una rockstar che ha scelto di morire.

Scheda
Il 5 aprile 1994 Kurt Cobain ha posto fine alla sua breve esistenza con un colpo di fucile. Cosa sarebbe successo se qualcosa, o qualcuno, avesse fermato la sua mano? Chi sarebbe diventato? Eroe “maledetto” di una generazione del rock, Cobain riappare ora in una storia che immagina la vita che avrebbe vissuto se non si fosse suicidato, una vita segnata dalla presenza di tre figure quasi angeliche: Ron, incontrato quando tutto sembrava perduto; Kim, la ragazza di cui si innamora tornando alla vita; Daniel, il giovane in cui si sublimerà la sua nuova missione nel mondo. Con una ricostruzione della figura di Kurt Cobain sulla base dei suoi diari e delle sue canzoni, Vera Spadini orchestra un appassionante racconto che “libera” l’idolo della band di Seattle, offrendogli l’ultima possibilità di un’esistenza semplice e autentica fuori dal labirinto delle sue paure.
 
Biografia
Giornalista, Vera Spadini è uno dei volti più conosciuti di Sky. Pur occupandosi prevalentemente di sport, coltiva una profonda passione per la musica, in particolare per le esperienze americane degli anni Novanta. Rewind è il suo esordio narrativo.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli