Tre storie: Corpi di carta, Re di cuori, Il calabrone non lo sa

Tre racconti, tre storie, tre protagonisti. In "Corpi di carta", Claudia ha deciso di farla finita con “la carta straccia” che ha preso il posto della sua vita: solo una persona raccoglie uno dei centocinquanta biglietti di aiuto che lei ha lasciato cadere in varie fermate della metro. In “Re di cuori”, Luigi è costretto ad affrontare la morte improvvisa del fidanzato da solo, contro una cittadina in cui i pettegolezzi della gente l’hanno trasformato in un bugiardo, in un codardo, in un traditore, perché “il re di denari non ha valore, se non quello che ogni persona gli attribuisce a suo piacimento”. Ne “Il calabrone non lo sa”, Chiara non riceve alcuna spiegazione quando la ragazza con cui ha una relazione da cinque anni rompe con lei dicendole che sta per trasferirsi all’estero, e lei è costretta a rimettere assieme i pezzi, “per accettare di non vederla tornare”. Tre storie che ruotano su tre fili conduttori: l’amore da solo non salva le persone, ogni storia ha sempre più di una versione, e certe volte, per sopravvivere, bisogna ferire se stessi e chi si ama.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli