L'Imperatrice

Compra su Amazon

L'Imperatrice
Autore
Michele Solfrini
Pubblicazione
24/04/2017
Categorie
Parigi, Ottobre 1846. La giovane e ricchissima Marianne Léclerc compie il suo debutto in società, con aspettative molto ambiziose.
Nel Gennaio 1847, il padre, banchiere che ha fatto fortuna durante l’epoca napoleonica, riceve la visita di tre ospiti che lo invitano a sostenere il bonapartismo. Uno dei tre, a lui sconosciuto, si rivela essere il principe Luigi Napoleone, fuggito dal carcere di Ham e celato dal nome di conte di Areneberg.
Il Léclerc, idealmente convinto che solo un’azione di forza possa avere successo per cambiare le sorti del regno, accoglie tiepidamente la proposta “politica” del principe.
L’indomani la figlia incontra per caso il conte. Arenenberg, di cui ignora la vera identità, la conquista col suo carisma e l’ardore politico. Egli, dopo aver scoperto, durante la conversazione, di aver davanti la figlia del ricco banchiere, la spinge a sostenere i suoi progetti presso il padre.
La giovane si risolve a confidarsi col genitore, turbato da questo ambiguo incontro fortuito.
Dopo alcuni tentennamenti viene convinto ad appoggiare il partito bonapartista.
Marianne, pur non potendo partecipare in prima persona, si tiene informata e si considera investita di una missione per il bene del paese e un po’anche del proprio.
Febbraio 1848. A Parigi scoppia la rivoluzione che infiamma l’intera Europa. Il re Luigi Filippo è costretto alla fuga. Luigi Napoleone Bonaparte ritorna legalmente in Francia. Riesce ad entrare nell’Assemblea nazionale e, nel Dicembre dello stesso anno, viene eletto Presidente della Repubblica francese iniziando una rapida carriera che lo porterà al trono imperiale.
I suoi successi corrispondono a quelli della giovane Léclerc che si lascia conquistare da quelle che sembrano le avvisaglie di un futuro glorioso…

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli