Il castello di Otranto. I grandi classici del romanzo gotico

Compra su Amazon

Il castello di Otranto. I grandi classici del romanzo gotico
Autore
Horace Walpole
Editore
Nemo Editrice
Pubblicazione
26/04/2017
Categorie
Nel castello di Otranto vive la famiglia del principe Manfred, il cui secondogenito e unico erede maschio, Conrad, è in procinto di sposarsi. Ma, nel giorno del matrimonio, il futuro marito viene trovato morto in circostanze sinistre. Al fine di evitare la realizzazione di un’antica profezia, il principe Manfred decide di ripudiare la propria moglie e di sposare quella che avrebbe dovuto essere sua nuora, Isabelle. La fanciulla, atterrita dalla proposta incestuosa e spaventata dall’atteggiamento improvvisamente violento di Manfred, fugge attraverso i sotterranei del castello.  Manfred tenta di inseguirla, ma viene trattenuto dallo spettro di un suo antenato...
Pubblicato nel 1764 in Inghilterra, il romanzo fu elogiato dalla critica ed ebbe un enorme successo; si dice abbia avuto più di 115 edizioni dal giorno della sua prima pubblicazione. Il pubblico, probabilmente stanco del classicismo e del razionalismo che regnavano all’epoca, aveva finalmente trovato uno sfogo alle sue inquietudini interiori e alla sua sete di mistero. Combinando abilmente horror e giallo, Horace Walpole aveva dato avvio alla letteratura gotica. Atmosfere lugubri, passaggi segreti, castelli diroccati e personaggi misteriosi sono gli ingredienti principali del romanzo. Scorrevole e di piacevole lettura, ancora oggi, dopo quasi tre secoli, Il Castello di Otranto riesce a tenere il lettore incollato sino all’ultima pagina e continua a ispirare la penna dei nostri autori contemporanei. 

*****
Horace Walpole, figlio del primo ministro più longevo della storia inglese, Sir Robert, nacque a Londra il 24 settembre 1717. Il suo romanzo Il castello di Otranto (1764–65), vero e proprio manifesto preromantico, e predecessore del moderno libro giallo, tecnicamente perfetto, nella suspense e nelle drammatiche e orride sorprese. Questo genere di romanzo, che prese il nome di “gotico”, ebbe grande successo di pubblico. Walpole è anche autore di una tragedia impiantata nel medesimo clima dell’orrido, La madre misteriosa (1768). Soprattutto interessanti sono però i circa 50 volumi delle lettere, di tono memorialistico. 

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Horace Walpole

Il Castello di Otranto

Il Castello di Otranto di

Considerato il romanzo ad aver creato il genere gotico e precursore della letteratura horror, Il Castello di Otranto narra le vicissitudini della nobile famiglia di Manfredi, signore di Otranto, e dell'antica profezia che ne causerà lutti e sciagure.

The Castle of Otranto

The Castle of Otranto di

The Castle of Otranto is a 1764 novel by Horace Walpole. It is generally regarded as the first gothic novel, initiating a literary genre which would become extremely popular in the later 18th and early 19th century, with authors such as Charles Maturin, Ann Radcliffe, Bram Stoker, Edgar Allan Poe and George du Maurier.Horatio Walpole, 4th Earl of Orford (24 September 1717 – 2 March 1797) — also...

Il castello di Otranto

Il castello di Otranto di

Il romanzo gotico è per certi versi un calco creativo dello schema imposto da Walpole: ambientazione arcaicizzante, castello, labirinto, sotterranei, scene notturne, damigelle in pericolo, fughe, minacce sessuali, elementi di soprannaturale, presenza pervasiva del doppio, il sogno infilato all’interno della trama. Quella del romanzo gotico è una stagione che può essere compresa tutta nel period...

Il castello d'Otranto (I grandi romanzi)

Il castello d'Otranto (I grandi romanzi) di

Walpole ci fa tornare al medioevo di noi stessi.A quando la modernità era ancora bambina e aveva paura di tenere un piede fuori dalle coperte, la notte: paura che il razionalismo in agguato glielo amputasse con un morso.E allora botole, sotterranei, incesti diffratti, spettri che escono dai quadri. Che altro deve fare uno per esorcizzare gli orpelli dell'inconscio, telefonare a Jung?”- Giord...