Caporetto andata e ritorno

Compra su Amazon

Caporetto andata e ritorno
Autore
Paolo Paci
Editore
Corbaccio
Pubblicazione
18/05/2017
Valutazione
1
Categorie

«La guerra è tra di noi. Vicina, vicinissima, anzi sotto casa. È una guerra di un secolo fa. Dopo, ci sono state altre guerre, perfino più devastanti. Eppure nessuna si è impressa nella memoria (collettiva, familiare, individuale) quanto quella guerra. La prima guerra mondiale.»

Dove si trova Caporetto? Pochi lo sanno. Il villaggio nella valle dell’Isonzo, oggi conosciuto con il nome sloveno di Kobarid, è un buco nero della geografia e della storia d’Italia. Il Piave e il Monte Grappa invece tutti sanno dove sono: sotto casa. Impressi per sempre nella toponomastica dei nostri paesi e città. Memorie censurate, nomi trasfigurati dal mito della Vittoria. Ma Caporetto, Piave, Monte Grappa sono (anche) luoghi reali. Sono il punto di partenza e il traguardo di un viaggio durato un anno, dall’ottobre 1917 al novembre 1918. Un anno di invasione, di stragi, di fame, durante il quale l’Italia ha rischiato di perdere sé stessa. Per ritrovare infine, contro ogni previsione, una sua controversa identità.
Paolo Paci ci conduce passo passo nell’itinerario dalle Alpi Giulie ai contrafforti delle Prealpi venete, seguendo le tracce di un esercito in rotta e di un altro in trionfale avanzata. Tra ossari e diari di guerra, canzoni e trincee, film e musei spontanei, ritroviamo la verità geografica dei luoghi. Scoprendo, nel racconto degli abitanti (nipoti e pronipoti degli antichi soldati), come la memoria della Grande Guerra sia ancora straordinariamente viva. Un po’ business, un po’ nostalgia. E, in fondo, frammento del nostro Dna. 

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Mangialibri

Caporetto andata e ritornoMangialibri

Cento anni sono passati e la Grande Guerra non ha smesso ‒ e non smetterà ‒ di far parlare di sé. Perché, nonostante la carneficina del successivo conflitto mondiale e i suoi 55 milioni di morti, più di tutti gli altri che seguirono fu l’ultimo scontro per così dire “epico” e combattuto come una delle guerre antiche, in grado di far scaturire racconti eroici da piccole vicende Continua…

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di Paolo Paci

Il respiro delle montagne: Dieci cime leggendarie, un racconto dell'Italia d'alta quota

Il respiro delle montagne: Dieci cime leggendarie, un racconto dell'Italia d'alta quota 1 di Paolo Paci SPERLING & KUPFER

È un viaggio ad alta quota, quello che Paolo Paci propone in questo libro, ma non un percorso alpinistico. È un'avventura, umana più che sportiva, alla scoperta di dieci cime , sulle tracce dei personaggi che tra quelle rocce, su quei sentieri e su quei ghiacciai hanno vissuto, scalato, lavorato, pregato, cacciato, trovato rifugio e, in alcuni casi, sono morti. Uomini diversi – santi e ...