Il rifugio delle ginestre

Compra su Amazon

Il rifugio delle ginestre
Autore
Elisabetta Bricca
Editore
Garzanti
Pubblicazione
08/06/2017
Valutazione
1
Categorie

Non è mai facile affrontare la verità
Ma quando arriva il momento giusto
Bisogna trovare il coraggio di cambiare

È una calda mattina d’estate sulle colline umbre e nell’aria aleggia un profumo inconfondibile di rose e lavanda. Sveva è solo una bambina e sta correndo felice nei campi non lontani da casa. Al collo il suo ciondolo preferito. Non è un ciondolo qualsiasi: racchiude una piccola radice di ginestra, il fiore della forza e dell’attaccamento alle proprie origini, simbolo di un passato che le parla di tradizioni popolari e antiche leggende.
Ormai sono passati anni da allora e Sveva non crede più in quelle storie. Da quando si è trasferita a Roma per fare la copywriter in un’agenzia di grande successo, ha preferito lasciarsi alle spalle quel passato ingombrante in cui non si riconosce più.
Eppure, è in quel casale della sua infanzia, pieno di ricordi e segreti nascosti, che ora deve tornare. Gliel’ha fatto promettere sua madre. Sua madre che, prima di morire, riesce solo a rivelarle che lì potrà trovare piccole tracce in grado di condurla a suo padre. Quel padre che Sveva non ha mai conosciuto. Per lei non c’è altra scelta che partire. E non appena arriva in quella terra dove è ancora la natura a dettar legge, il ciondolo recupera la sua antica forza e le ricorda che solo qui potrà trovare le risposte alle tante domande su sé stessa e sulle proprie origini che la tormentano da anni. Ora, Sveva è pronta a cercare e conoscere la verità. Per lei è finalmente arrivato il momento di chiudere una volta per tutte con il presente e guardare al futuro con occhi nuovi. Ha bisogno di recuperare le proprie radici e sentirsi di nuovo a casa proprio in quel luogo che conserva echi di amicizie autentiche e di amori che superano la prova del tempo. Perché non è mai troppo tardi per scegliere ancora la vita e l’amore, anche se a volte sembrano lontani e inafferrabili.

Con uno stile unico ed evocativo, Elisabetta Bricca è capace di trasportare il lettore nel cuore di una terra che conserva ancora echi di tradizioni antiche. Il rifugio delle ginestre, il suo romanzo d’esordio, è una storia intensa ed emozionante. Una storia sul potere dell’amore e degli affetti, che non negano mai il perdono e sono in grado di superare qualsiasi ostacolo.  

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Mangialibri

Il rifugio delle ginestreMangialibri

Sveva si addormenta tra le braccia di Malvina e sogna la campagna in primavera. Si sveglia per il fastidioso ronzio di un’ape vicino all’orecchio, va alla finestra, osserva il tramonto rosso e tra la ghiaia una femmina di merlo che becchetta. Poi attirata dal profumo che sale dalla cucina raggiunge Malvina, la sua tata tuttofare, che sta infornando trecce di pasta. Malvina le Continua…

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di Elisabetta Bricca

Stella di mare

Stella di mare di Elisabetta Bricca

Sicilia, Roma 1937 Stella Paternò è un’aristocratica siciliana alla ricerca della propria identità, insofferente alle convenzioni sociali, sposata a un uomo che non ama più. Un matrimonio di convenienza e di facciata, scandito dai valori conservatori dei “Gattopardi”. Stella non desidera avere figli, mentre per suo marito, Vincenzo Alliata, Duca di Salaparuta, il desiderio di un erede ...

Cercando Virginia

Cercando Virginia di Elisabetta Bricca Garzanti

« La scrittura di Elisabetta Bricca è pura magia. » Stefania Auci Credeva che nulla sarebbe mai cambiato. Poi ha ascoltato la voce della letteratura. E ha scoperto che l’indipendenza è possibile. «Dedicheremo il tempo che trascorriamo insieme alla lettura di testi scritti da donne. Il primo passo sarà quello verso l’autocoscienza: dobbiamo imparare ad avere fiducia in noi stesse e ...

Umbria she said

Umbria she said di Elisabetta Bricca Lighthouse publisher

Una giovane donna, mamma, moglie e scrittrice, alle prese con i frenetici impegni da gestire nel traffico impazzito di Roma, sceglie all’improvviso di abbandonare la città e iniziare con la famiglia una nuova esistenza in un nido idilliaco, circondato da boschi e oliveti secolari. Umbria, she said è l’elogio autobiografico di una terra che insegna a lasciare che le cose accadano e trascorrano. ...