L'eroina di Vientiane (Segretissimo SAS)

Gli agenti della CIA in Laos in combutta con i trafficanti di droga? Il sospetto è infamante, e un pezzo grosso dell'Agenzia vuole vederci chiaro. Per poter contare su un rapporto libero da condizionamenti ha inviato suo figlio a indagare su quella scheggia deviata dell'intelligence. Ed è per fare da balia a questo emissario non abbastanza esperto che ora Malko Linge si ritrova catapultato a Phnom Penh, in Cambogia, e poi nella capitale laotiana. Proprio qui, a Vientiane, si perdono le tracce del giovane Derek Wise. Corre voce che il suo cadavere stia già marcendo sulla riva del Mekong, a migliaia di chilometri dal campus di Harvard da cui sarebbe stato meglio non allontanarsi troppo. Perfino Malko potrebbe pentirsi amaramente di aver accettato un incarico nella regione del Sudest asiatico dove si coltiva il cinquanta per cento di tutto l'oppio prodotto al mondo. Da quelle parti i ficcanaso hanno la tendenza a finire ammazzati. Ma il Principe delle Spie, si sa, non ama adeguarsi alle mode locali. Qualcuno avverta i suoi nemici.

L'autore incoronato dal "New York Times" come il più grande scrittore di spy story del mondo, con oltre 100 milioni di copie vendute!

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Gerard De Villiers

Dopo di me l'Apocalisse (Segretissimo)

Dopo di me l'Apocalisse (Segretissimo) di Gerard De Villiers MONDADORI

Il volo 765 della North-Western è stato dirottato su Cuba. A bordo del DC-9, decollato da Washington e diretto a Kingston in Giamaica, il maggiore Lance aveva in custodia un campione di CX3, prodotto di sintesi ricavato dalla tossina botulinica. Davvero un colpo di genio, usare un aereo civile per un trasporto del genere... Ora l'arma batteriologica è nelle mani di pirati castristi, ma a ...

SAS a Istanbul (Segretissimo)

SAS a Istanbul (Segretissimo) di Gerard De Villiers MONDADORI

Venti di Guerra Fredda nelle acque del Bosforo. Il sommergibile atomico Memphis è scomparso mentre era in manovra al largo della costa turca. Un altro sommergibile che incrociava nell'area, non identificato, è stato affondato dalla flotta americana. C'è lo zampino dei russi? Per scoprirlo, alla CIA serve un uomo in gamba da spedire sul posto. Il candidato ideale sembra essere un austriaco di ...

Appuntamento a Boris Gleb (Segretissimo SAS)

Appuntamento a Boris Gleb (Segretissimo SAS) di Gerard De Villiers MONDADORI

Per strappare Malko Linge agli agi del suo castello la CIA deve avere una buona ragione. E questa buona ragione si chiama Valeri Leonid Oganian, un agente del KGB in fuga da Israele per tornare in Russia. Ai piani alti di Langley vorrebbero indurlo a saltare il fosso, ma la partita, come sempre nel Grande Gioco dello spionaggio internazionale, è più complicata di quanto non appaia. Gli ...

Morire per Zanzibar (Segretissimo SAS)

Morire per Zanzibar (Segretissimo SAS) di Gerard De Villiers MONDADORI

A Zanzibar regna il terrore. Il feroce presidente Mkele, padrone assoluto dell'isola, subisce pericolosamente l'influenza del regime di Pechino. E la prospettiva di ritrovarsi una specie di Cuba cinese al largo della Tanzania agita i sonni dei funzionari della CIA. Il piano A: in vista delle elezioni politiche, se mai si terranno, sostenere con ogni mezzo il partito filoarabo avverso al ...

A proposito di Sua Altezza Serenissima (Segretissimo SAS)

A proposito di Sua Altezza Serenissima (Segretissimo SAS) di Gerard De Villiers MONDADORI

A parole la missione è semplice: aiutare un transfuga a lasciare Berlino Est. Il suo nome in codice è Manap, ma identità e nazionalità sono ignote. L'uomo conosce i segreti del programma sovietico di missili intercontinentali, e li offre in cambio del suo passaggio in Occidente. Ma nei fatti valicare il Muro che taglia in due la città è un'impresa quasi impossibile, fra mitragliatrici, ...

Morte a Beirut (Segretissimo SAS)

Morte a Beirut (Segretissimo SAS) di Gerard De Villiers MONDADORI

Nel Paese dei Cedri è tempo di eliminazioni. A farne le spese per primi sono i fratelli Samir e Adel Jezzine, freddati da un killer armeno con una pistola ad acido cianidrico. Un'arma silenziosa che uccide all'istante e senza lasciare tracce. Tipico metodo da KGB. Se i sovietici hanno iniziato questo massacro è a causa del terzo fratello, il commerciante Khalil Jezzine, intermediario in una ...