Lager italiani: Pulizia etnica e campi di concentramento fascisti per civili jugoslavi 1941-1943

Dopo l’aggressione nazifascista alla Jugoslavia, fra il 1941 e il 1943 il regime fascista e l’esercito italiano misero in atto un sistema di campi di concentramento in cui furono internati decine di migliaia di jugoslavi: donne, uomini, vecchi, bambini, rastrellati nei villaggi bruciati con i lanciafiamme. Rab, Gonars, Visco, Monigo, Renicci, Cairo Montenotte, Colfiorito, Fraschette di Alatri: l’orrore di un sistema concentrazionario che portò all’internamento di oltre centomila sloveni, croati, serbi, montenegrini, di cui molte migliaia morirono di fame e di malattie. Il racconto, le testimonianze, le foto inedite di una delle pagine più nere della storia d’Italia.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli