Il Dittattore

Augusto Stresa è il Dittattore, un capo capace di sconvolgere un’organizzazione aziendale rodata da decenni di successi. Augusto è un marito distratto, detta le sue regole e rimprovera sua moglie per ogni azione. I suoi due figli, devono dimostrargli quanto siano bravi e diligenti. Nonostante tutto intorno a lui sembra appassire al suo passaggio, Augusto va per la sua strada, convinto assertore che solo ferree regole possano fare il bene di tutti. Ogni pensiero diverso, ogni opinione che non combaci con la sua, viene combattuta fino ad essere eliminata. Non c’è spazio per chi trama contro, per chi non lo segue. Il Dittattore sembra averla vinta, dopo i primi sussulti, anche i più ostici vengono sedati. Nessuno ha la forza di opporsi, tutti subiscono, si lamentano segretamente, ma subiscono, finché un giorno, una massa festante parteciperà al suo funerale. Le circostanze della sua morte fanno pensare a una disgrazia. Quante persone avrebbero pagato di tasca propria per cancellarlo dalla loro esistenza? Quanti nemici aveva? Il destino aveva agito per conto loro? Le pagine del romanzo sveleranno gli interrogativi che avvolgono la figura del Dittattore in un crescendo di emozioni e sorprese.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli