Condominio Vulcanizzati: l'antefatto

Compra su Amazon

Condominio Vulcanizzati: l'antefatto
Autore
Luigi Condorelli
Pubblicazione
6 giugno 2017
Categorie
Nel 2079, l’Onorevole Carmine Scazzuoppolo inaugurò un mega-palazzo robotizzato per gli sfollati d’un eruzione del Vesuvio. 1987 anni dopo, il Condominio è ancora in funzione e i Vulcanizzati nascono, crescono e muoiono dentro le sue mura senza mai uscire, perché fuori non è rimasto nulla. La civiltà è stata spazzata via da guerre e carestie e le rovine sono state inghiottite da boschi e foreste, infestaste da cannibali.
Completamente isolati, i Vulcanizzati hanno conservato nei secoli la loro società a quattro caste stabilite dall’Onorevole, che dopo la morte è stato divinizzato, diventando il nume tutelare del palazzo.
1) Abusivi: vivono nel Basamento controllato dai Clan Torpedo, che i loro antenati occuparono con la forza e per questo furono maledetti dall’Onorevole per “mille e mille anni”.
2) Legittimari: sono stipati in capsule nel Seminterrato, dove furono relegati i loro antenati: aventi diritto, che pretesero l’alloggio con arroganza senza offrire doni all’Onorevole.
3) Segnalati: hanno appartamenti signorili nel Rialzato, che i loro antenati ottennero dopo aver unto un pochino l’Onorevole.
4) Raccomandati: abitano in faraoniche ville pensili nell’Attico, che i loro antenati ricevettero senza alcun diritto, solo per grazia della Raccomandazione.
Nel Condominio nessuno lavora: gli androidi della Fattoria Verticale producono cibo e beni di consumo e distribuiscono il sussidio ai condomini sotto forma di Buoni Pasto. Questo però non vale per gli Abusivi, che essendo stati maledetti dall’Onorevole devono guadagnarsi il cibo lavorando.
Il Regolamento e rigido: nessuno può salire di livello e l’ordine pubblico è mantenuto col pugno di ferro da spietati androidi da combattimento. Per problemi di spazio, il matrimonio è concesso solo ai primogeniti mentre i figli minori possono solo fidanzarsi castamente in attesa delle nozze postume. I trasgressori sono castrati o sfrattati e mangiati dai cannibali, mentre le anime dei pii, che in vita accettano la loro condizione e rispettano il Regolamento, sono accolte dall’Onorevole nell’Immenso Condominio Celeste, dove ci sarà spazio per tutti, come assicurano le Conigliette, le vergini sacerdotesse del Carmine Divino.
E infatti c’è spazio in abbondanza nell’Immenso Condominio Celeste, dove le famiglie dei Legittimari e dei Segnalati avranno ville pensili belle come quelle dei Raccomandati e anche i figli minori potranno sposarsi e procreare, generando migliaia di rami collaterali. E tutti vivranno felici e contenti, beati nella grazia dell’infinito amore del Carmine Divino. Ma purtroppo, tra le migliaia di condomini, c’è sempre qualcuno che non ha la pazienza di aspettare il trapasso…

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Luigi Condorelli

CONDOMINIO VULCANIZZATI - un thriller napoletano in un condominio post-apocalittico isolato da 2000 anni

CONDOMINIO VULCANIZZATI - un thriller napoletano in un condominio post-apocalittico isolato da 2000 anni di

Nel 2079, l’Onorevole Carmine Scazzuoppolo inaugurò un mega-palazzo robotizzato per gli sfollati d’un eruzione del Vesuvio. 1999 anni dopo, il Condominio è ancora in funzione e i Vulcanizzati nascono, crescono e muoiono dentro le sue mura senza mai uscire, perché fuori non è rimasto nulla. La civiltà è stata spazzata via da guerre e carestie e le rovine sono state inghiottite da foreste,...