Il patto sociale dell'età mediorepubblicana: L’età dell’oro della Repubblica romana - Le ragioni dell’ascesa e del declino

Compra su Amazon

Il patto sociale dell'età mediorepubblicana: L’età dell’oro della Repubblica romana - Le ragioni dell’ascesa e del declino
Autore
Mauro Pasquini
Pubblicazione
10 giugno 2017
Categorie
Nel testo è proposta un'analisi approfondita dei fattori economici e politici che più hanno contribuito alla creazione e al successivo declino della prosperità, della crescita e della coesione della società romana mediorepubblicana.
Il lavoro è basato su un attento studio delle opere più importanti dei maggiori esperti mondiali di storia romana. Un elenco dei principali riferimenti bibliografici è riportato all'inizio del libro.
Durante il periodo mediorepubblicano, la città-Stato sorta sulle rive del Tevere ha conquistato un impero esteso su tre continenti, quasi racchiudendo del tutto entro la propria area di influenza il Mar Mediterraneo, ribattezzato dagli stessi Romani Mare nostrum.
Questa impresa, realizzata in soli due secoli, rappresenta ancora oggi il maggiore fenomeno di espansione mai realizzato.
Tre tappe sono particolarmente significative: la prima è il 343 a.C, quando con lo scoppio della prima guerra sannitica Roma ha dato il via alla conquista dell'Italia. La seconda è il 265 a.C. In quell'anno, ultimata la conquista dell'Italia peninsulare, Roma si lanciò alla conquista della Sicilia, scatenando la prima guerra punica. Iniziava così la conquista del Mediterraneo e delle terre da esso bagnate. L'ultima è il 146 a.C., una data particolarmente importante. In quell'anno, due delle più luminose civiltà della Storia, la civiltà Ellenica e quella Fenicia, finirono definitivamente sotto il dominio di Roma.
Al di là dell'impareggiabile genio militare dei Romani, il ritmo vertigionoso di questa avventura espansionistica ha ragioni che affondano le proprie radici soprattutto nel patto sociale, ossia nella gestione particolarmente felice dei frutti delle conquiste. Non appena il "patto" venne meno, ebbe inizio la fine, lenta ma inarrestabile, del regime repubblicano.
Nel testo sono illustrate le ragioni dell'ascesa e le cause del declino di questa età dell'oro di Roma repubblicana.

Indice completo dei contenuti:

Principali riferimenti bibliografici

1  L’IMPERO DELLA REPUBBLICA
1.1 - Periodizzazione dell’era repubblicana
1.2 - Dal Tevere al Mare Nostrum

2  IL PATTO SOCIALE
2.1 - Un popoli in armi
2.2 - La terra come fattore di crescita sociale
2.4 - La sistemazione delle conquiste in Italia
2.5 - Coloniae civium Romanorum
2.6 - Coloniae Latinae
2.7 - Municipes
2.8 - Civitates foederatae
2.9 - Dividi et impera
2.10 - Assegnazione viritana
2.11 - Vendita, locazione e concessione in possesso
2.12 - Gli altri profitti delle guerre di conquista      

3  GLI EFFETTI DELL’ESPANSIONE
3.1 - L’assalto all’ager publicus
3.2 - La nascita del grande latifondo
3.3 - Gli schiavi come motore dell'economia
3.4 - Le ragioni dell'invasione della Gallia Cisalpina
3.5 - La scomparsa della piccola proprietà terriera

4  LE EREDITÀ DELL’ESPANSIONE
4.1 – Mutamenti sociali, economici, politici, culturali
4.2 - Senato e ceto equestre in età mediorepubblicana
4.3 - Ottimati e popolari
4.4 - Ellenizzazione fra politica e cultura
4.5 - La fine del patto sociale
 

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Mauro Pasquini

Giulio Cesare. Lezioni di strategia: Le decisioni, le astuzie e le abilità per la conquista della gloria tra politica e guerra

Giulio Cesare. Lezioni di strategia: Le decisioni, le astuzie e le abilità per la conquista della gloria tra politica e guerra di

Gaio Giulio Cesare è sicuramente uno dei personaggi storici in assoluto più controversi. Il più famoso generale e politico romano, come pochissimi altri nella storia, è stato amato e odiato, ammirato e deprecato, di volta in volta indicato come emblema della tirannia, come profetico interprete di un assolutismo illuminato ante-litteram, oppure, come provvidenziale liquidatore di quella tarda...

Falcone e Borsellino. Due vite per la giustizia

Falcone e Borsellino. Due vite per la giustizia di

Scopri e approfondisci la vita di due icone della giustizia Sembra impossibile pensare a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino senza immaginarli insieme: colleghi, stretti collaboratori, coetanei, amici ed entrambi siciliani. Questi sono solo alcuni degli elementi che hanno unito le vite dei due magistrati in un destino unico, fino a un comune drammatico epilogo. Diversi per carattere –...