Casa di bambola

Nora e Torvald Helmer vivono un’esistenza di apparente felicità: sposati da 8 anni, hanno tre bambini e, grazie alla nomina di lui a direttore di banca, vivono nel benessere. Nora nasconde però un tragico segreto: a seguito di una grave malattia del marito, ha contratto un importante debito con tale Krogstad, ex procuratore e strozzino, falsificando la firma del padre. Quando questi viene licenziato dalla banca di Helmer, ricatta Nora. Sotto la minaccia della denuncia, la donna vive una segreta angoscia e quando il marito scopre ogni cosa, rivoltandosi contro di lei nel terrore di uno scandalo, Nora realizza, per la prima volta, quanto fasulla sia la loro serenità. Decide così di respingere il ruolo di bambola obbediente, rivendicando la sua autonomia e la possibilità di essere finalmente se stessa.
“La nostra casa non è mai stata altro che una stanza da gioco. Qui sono stata la tua moglie-bambola, come ero stata la figlia-bambola di mio padre. E i bambini sono stati le bambole mie”.
Henrik Ibsen (1828 – 1906), scrittore, drammaturgo e regista teatrale, è considerato il padre della drammaturgia moderna. Tra le sue numerosissime opere, Le colonne della società (1877), Spettri (1881), La donna del mare (1888); Il costruttore Solness (1892); Quando noi morti ci destiamo (1899).

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Henrik Ibsen

La donna del mare (Collezione di teatro Vol. 167)

La donna del mare (Collezione di teatro Vol. 167) di

La donna del mare, pubblicata nel 1888 è un'opera assai rigorosa, percorsa da una tensione poetica trascinante, almeno sul piano della struttura compositiva. E' vero che non tutto il dramma di Ellida, quello complementare del dottor Wangel, le vicissitudini dei personaggi minori che li circondano riescono a tradursi in compiuta espressività. Pur tuttavia il dramma ha momenti di straordinaria su...

Gli spettri (Collezione di teatro Vol. 154)

Gli spettri (Collezione di teatro Vol. 154) di

Gengangere è il titolo originale di Spettri, uno dei drammi più significativi del teatro di Ibsen: uno dei testi che più fortuna ha avuto in ogni paese, e soprattutto in Italia, dove è stato a lungo rappresentato. Ibsen lo scrisse a Sorrento e a Roma nell'estate del 1881, cioè dopo Casa di bambola. Vi narrò le vicende di Helene Alving, una delle numerose figure femminili del suo teatro, che viv...

Casa di Bambola

Casa di Bambola di

In tre atti, ambientati in una città norvegese del 1879, Casa di Bambola, mette in discussione i ruoli tradizionali di uomini e donne. Il personaggio di Nora si basa sulla vita reale di Laura Kieler, protagonista di un celebre scandalo dell'epoca. L'istituzione matrimoniale, al centro di questo dramma, vede il risveglio di coscienza di una moglie e madre della classe media. Per Ibsen,"ci sono d...

Drammi moderni (Radici)

Drammi moderni (Radici) di

Un ritratto spietato e profondamente pungente del mondo della famiglia e dei rapporti tra i sessi, frutto di un’analisi degna della perizia di Freud.Un universo popolato da eroici capitani d’industria che sacrificano amore coniugale e paterno al lavoro e al potere, come il console Bernick o il costruttore Solness. Da antieroi o individui inetti sempre in attesa di compiere una trasformazione ch...

Casa di bambola

Casa di bambola di

Nora vive all’ombra del suo matrimonio, ignara del proprio ruolo puramente accessorio in una casa che crede una reggia, destinata a rivelarsi una prigione d’ipocrisia. Presa consapevolezza di essere solo la bambola prediletta, la giovane donna si dichiarerà intenzionata a completare il suo percorso di affermazione interiore.

Vita dalle lettere (Narrativa)

Vita dalle lettere (Narrativa) di

Un'ampia scelta di lettere che fornisce un ritratto inedito della personalità del grande e discusso drammaturgo, permettendo di valutarne l'impegno morale, ma anche l'inevitabile distanza tra gli ideali e i comportamenti, scoprendo meschinità e passioni travolgenti dietro la facciata di un'esistenza senza eventi, che andava tuttavia a sublimarsi in una scrittura rivoluzionaria e tormentata. Un ...