Loop: Dal cinema al videogame e ritorno

Il videogioco, nuovo media emerso dal contesto della rivoluzione digitale e definitivamente radicato nel mercato dell’entertainment, ha sempre mediato dal cinema storie, personaggi, atmosfere. Già le prime realizzazioni, apparse nelle sale giochi ad invadere il mercato di massa, puri codici iconici e auditivi in bianco e nero o al massimo a quattro colori, si richiamavano alla fantascienza da guerra fredda fatta di invasioni aliene ed enormi mostri distruttori di città. A maggior ragione oggi, complici le enormi capacità elaborative delle next-gen console (XBox, Wii, Playstation), i videogiochi sono sempre più vicini al cinema e guardando le ultime realizzazioni non è difficile pronunciare la fatidica frase «sembra un film!». Il cinema, al contrario, da ispiratore quale era, si trova oggi a riproporsi filtrato da quella estetica ludica che non poco ha contribuito a sviluppare. Soprattutto l’action movie contemporaneo: spettacolare, esagerato, meraviglioso nella sua artificialità, paga più di un tributo ai videogiochi, incorporandone la visualità e le strutture narrative, fino ad assumere denominazioni esplicite come cinema technoludico, arcade movie, cinegames o cinema post-playstation . 

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli