Itinerario dell'anima a Dio. Testo latino a fronte

Settembre 1224: Francesco d'Assisi riceve sul monte della Verna le stimmate, segno che esprime in modo emblematico la piena conformità della mente e del corpo a Cristo. Ottobre 1259: Bonaventura, ministro generale dell'Ordine francescano, ritiratosi in meditazione sullo stesso monte, rilegge da teologo e da asceta il primo miracolo delle stimmate e concepisce l'Itinerarium mentis in Deum. Nelle sei ali del Serafino apparso a Francesco al culmine della sua specialissima esperienza spirituale Bonaventura individua le sei tappe che conducono l'anima del viator all'anticipo su questa terra della visione beatifica, quindi alla pace e alla contemplazione.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Ragione e fede sotto il cielo di DioIl Consigliere Letterario

Filosofo cristiano, San Bonaventura da Bagnoregio (che per l’acutezza e la profondità del suo ragionare si guadagnò il nome di Dottor Serafico) accoglie in sé Aristotele e la sua sistematizzazione riuscendo a darle una precisa collocazione; nel far questo, naturalmente, egli ne indica con precisione i limiti, ne rifiuta alcune conclusioni. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.