Prince. A volte nevica in aprile

Rudy Giorgio Panizzi ripercorre il proprio passato da quando, quattordicenne, si avvicinò a Prince ascoltando la canzone17 Days. Rimase colpito dal ritmo incalzante, in perfetto stile funk, con il primo tempo di ogni battuta marcato da un potentissimo basso sul quale il sintetizzatore disegnava linee che generavano meravigliose assonanze. Fu il principio della storia di un fan, della passione diventata una seconda pelle.

L’autore ha seguito tutta la carriera musicale di Prince e, parlando di sé e degli episodi che lo legano all’artista, in realtà compie una retrospettiva sul ragazzo nero che avendo ricoperto tutti i possibili ruoli musicali, compositore, arrangiatore, polistrumentista, cantautore, produttore, dagli anni Ottanta ha reso celebre il Minneapolis Sound.

E l’ammirazione per la genialità di un musicista che ha influenzato l’immaginario pop di un’epoca è riassunta nelle parole di Panizzi: «Conservo ancora quel plettro a fianco della mia Cloud Guitar, con l’amore e l’attenzione che si dedicano soltanto alle cose di grande valore».
Rudy Giorgio Panizzi è nato e vive a Torino. Lavora presso la Polizia Scientifica in qualità di esperto nelle analisi dei dermatoglifi. Grande appassionato di musica. Dal 1984 ha seguito Prince del quale colleziona “memorabilia”.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

A VOLTE NEVICA IN APRILE il libro su Prince di Rudy Giorgio PanizziRudy Giorgio Panizzi

Tutti noi, almeno una volta nella nostra vita, abbiamo provato quel sentimento impetuoso che corrisponde al nome di passione. Questo trasporto, che può rivolgersi a persone o cose, non può essere facilmente controllato, perché irrazionale: proprio per questo, non possiamo comprenderlo, ma al limite accettarlo come una parte di noi. A volte nevica in aprile di Rudy Giorgio Panizzi parla di questo sentimento intenso e impetuoso, che nel suo caso riguarda una delle figure musicali più importanti e influenti ad aver mai calcato un palco: Prince. In questo libro (pubblicato da Giancarlo Zedde lo scorso aprile, in occasione del primo anniversario della scomparsa del folletto di Minneapolis) l’autore si lascia andare ai ricordi legati a Prince e all’influenza che la passione per questo artista ha esercitato nella sua vita e nelle sue scelte fin dal primo incontro nel 1984. Sometimes It Snows In April, una delle più belle canzoni scritte da Prince, viene sfruttata per il commovente titolo dell’opera e riesce a spiegare, meglio di tante altre frasi, il dramma vissuto da tutti i fans del signor Nelson in quel tragico 21 aprile del 2016. Il libro, corredato da bei disegni ispirati a Prince e realizzati dallo stesso Rudy, è un perfetto compendio di cosa voglia dire innamorarsi artisticamente di una superstar e potrebbe essere applicato forse a qualunque altro cantante o attore: la genuina passione che scorre in Rudy lo costringe, oltre che a collezionare ogni opera rilasciata da His Royal Badness (tra cui anche una delle sue famose Cloud Guitar) anche a continui tentativi di avvicinare colui che è stato tra le stelle meno accessibili dell’intero panorama musicale... Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.

“PRINCE. A volte nevica in aprile” Un libro scritto con passione, per passione e per appassionare.Rudy Giorgio Panizzi

Lui è Rudy Giorgio Panizzi e ha appena scritto un libro: “PRINCE. A volte nevica in aprile”. Nove capitoli denominati con i titoli di alcuni brani di Prince, arricchito con delle illustrazioni, compresa quella scelta per la copertina, che Rudy ha disegnato in questi anni di passione per il cantante di Minneapolis. La sua professione lo porta ad occuparsi di ben altro, ma l’entusiasmo e la costanza gli hanno permesso di realizzare questa sua retrospettiva che vogliamo presentarvi a tutti i costi. Ci siamo sentiti con l’autore e alla nostra richiesta, Rudy è stato così gentile nell’accettare di scrivere una presentazione che vi condividiamo. Complimenti a lui, ottimo esempio di come non bisogna mai arrendersi per raggiungere i propri sogni! Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.

“A volte nevica in aprile”: il PRINCE di RUDY PANIZZIRudy Giorgio Panizzi

C’erano anche Claudia Schiffer, Kylie Minogue e la top model Angie Everhart, ma quel 5 maggio 1994 gli occhi del torinese Rudy Giorgio Panizzi erano solo per Prince, che, dopo un concerto allo Sporting Club, si stava rilassando su un divano dello Jimmy’z di Montecarlo. Con lui c’erano i musicisti della band, in particolare il batterista Michael Bland a cui Panizzi, poco prima, aveva chiesto di fargli incontrare di persona il musicista di Minneapolis. «Rimasi paralizzato quando Prince guardò dritto verso di me, salutò e mi mandò un bacio con l’indice della mano destra.- racconta- Ed ebbi la certezza che quel brevissimo istante accomunava le nostre esistenze.» Questo incontro ravvicinato di terzo tipo con il suo idolo è uno degli episodi che Panizzi racconta nel libro “Prince. A volte nevica in aprile”, Giancarlo Zedde editore, che l’8 ottobre ha presentato al castello La Tour de Villa di Gressan. Un amore sbocciato a quattordici anni con la locandina del film “Purple rain”, la canzone “17 days” ed il video di “Raspberry Beret”. Una passione che non si è interrotta il 21 aprile 2016 con la sua morte (il titolo del libro si riferisce alla canzone “Sometimes it snows in April”, in cui, un 21 aprile di 31 anni prima, Prince aveva evocato la morte). «Prince è morto tante volte quante si è incarnato nei suoi album, finché nel 2016 c’è stata l’ultima metamorfosi– ha commentato Panizzi- E’ stato un genio assoluto, che ha colorato il mondo con note meravigliose, facendomi vedere la musica attraverso un meraviglioso caleidoscopio che mi ha portato ad apprezzare tanti tipi di musica. Grazie al libro ho sfogato l’immenso dolore per la sua perdita, parlando di lui attraverso i riflessi che ha avuto nella mia vita di tutti i giorni.» A Gressan erano con lui alcuni “Princiani” d.o.c. valdostani: il tastierista Francesco Epiro, il bassista Christian Costa, il polistrumentista Simone Momo Riva e lo scrittore Claudio Morandini. «Il suo è stato una specie di “dongiovannismo musicale”,– ha notato quest’ultimo, che ha fatto da moderatore- perché è riuscito a sedurre il pubblico mescolando generi diversi. Ostentando, ma, anche, nascondendo bellezza, come nelle canzoni nascoste nei lati B dei suoi singoli che erano di una bellezza provocatoria ed insolita.» A Momo e Christian è dedicato il sesto capitolo del libro, in cui Panizzi rievoca un rapporto nato nel 1992, quando suonavano nei PowerFunk, e proseguito fino alla loro ultima incarnazione nei Good People, che, nell’occasione, comprendevano anche Epiro alla tastiera e Maria Rita Briganti alla voce. Tra i pezzi eseguiti , “Sometimes it snows in April”,“Strange relationship” e “Sign O’ The times”. Negli ultimi due Momo ha suonato la Cloud Guitar Blu cobalto del 2002 che Panizzi ha acquistato direttamente da Prince attraverso l’esclusivo NPGMusicClub. «A Parigi il 7 giugno, sua data di nascita, illuminano di viola la Tour Eiffel. In Italia, invece non è mai stato capito. E’ come se le Alpi fossero state troppo alte per farlo passare. I continui cambiamenti hanno, probabilmente, disorientato il pubblico italiano distraendolo dalla sua musica. Con questo libro spero di farlo conoscere meglio, facendo avvicinare a lui anche qualche giovane.» Gaetano Lo Presti Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.

Presentazione musicale per il libro su PrinceRudy Giorgio Panizzi

Questo incontro ravvicinato di terzo tipo con il suo idolo è uno degli episodi che Panizzi racconta nel libro «Prince. A volte nevica in aprile», Giancarlo Zedde editore, che oggi, alle 17, presenterà al castello La Tour de Villa di Gressan (ingresso libero)... Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.

Prince. A volte nevica in aprile.Rudy Giorgio Panizzi

In questa autobiografia di taglio narrativo incrocia gli episodi della sua vita di fan con la carriera dell’artista di Minneapolis, creando una speciale empatia con il lettore. Anziché indugiare su digressioni tecniche, l’autore ha arricchito le pagine del volume con i suoi disegni realizzati con la china. Un tributo che sottolinea la volontà di accendere la curiosità verso un genio della musica. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.

DUE PAROLE SUL LIBRO DI RUDY GIORGIO PANIZZI “A VOLTE NEVICA IN APRILE”Rudy Giorgio Panizzi

...Scorrendolo si viene conquistati da Rudy e della sua battaglia per Prince in un Italia disinteressata. Inoltre, farà di tutto per assomigliare fisicamente al suo idolo; il libro sembra sfociare in una sorta di auto-terapia che permetterà a Rudy di diventare, ora che Prince non c`e` piu’, se stesso. Nel tempo, le cose cambieranno e il libro diverte, forse in maniera involontaria; ci sono un paio di aneddoti che sembrano sbucare dalla penna di un autore di sit-com... Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.

Allo Spazio Kor una serata dedicata a PrinceRudy Giorgio Panizzi

Grande appassionato del musicista di Minneapolis fin dal 1984, Panizzi ripercorre nel volume la sua storia di fan, che scorre parallela a quella del polistrumentista, cantautore e produttore di Minneapolis, una passione che per lui diventa una seconda pelle. Rudy oggi lavora presso la Polizia Scientifica di Torino come esperto nell’analisi dei dermatoglifi, ma continua a collezionare rarità e memorabilia legate a Prince, e alcune di queste saranno esposte durante la presentazione... Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.

“A VOLTE NEVICA IN APRILE” IL LIBRO DI RUDY GIORGIO PANIZZIRudy Giorgio Panizzi

di Bruna Murgia - A volte nevica in aprile è un lungo e appassionato racconto che si dispiega in un segmento di vita che inizia nel cuore di un fanciullo, si sviluppa e si alimenta nella mente di un ragazzo e diventa sentimento autentico condiviso, nel momento in cui l’autore decide di farne dono ai lettori. Le persone che intervengono nel testo ruotano attorno a un unico protagonista principale: Prince. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.