Venti di grecale

Compra su Amazon

Venti di grecale
Autore
Paolo Labombarda
Pubblicazione
6 luglio 2017
Categorie
Peschici, paesino remoto della periferia del Regno d’Italia, è il luogo dove le vicende si svolgono, dal 1940 al 1946. 
Bianca, nativa di Alberona nel Sub-Appennino Dauno, e Gino, nativo di Peschici nell’estremità nord-est del Gargano, vivono a Roma, dove è appena nato Paolo. 
Scoppia la guerra; Gino è richiamato alle armi. Bianca si rifugia, insieme con Paolo, a Peschici presso la Famiglia di Gino. A Peschici resta fino al rimpatrio di Gino, dopo la fine della guerra. 
Bianca si adegua ai ritmi di vita del Paese, scanditi dallo scorrere delle stagioni e dalle ritualità delle tradizioni religiose; e racconta brani di vita, echi di eventi, che evocano le consuetudini della comunità, semplici e dure, gli echi della guerra mondiale, remoti, il fascino dell’India misteriosa, trasmesso dalle lettere di Gino prigioniero degli Inglesi. 
Il mondo vissuto da Bianca riemerge, sfumato sui bastioni di un ultimo Medioevo, ravvivato da folate di grecale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Paolo Labombarda

L’Abbazia tra gli ulivi

L’Abbazia tra gli ulivi di

‘L’Abbazia tra gli ulivi’ narra vicende che si svolgono in Gargano all’inizio della primavera del 1556. La narrazione si snoda lungo i sentieri della ‘Montagna Sacra’: inizia sulle mulattiere ai bordi del lago di Varano, condivide i ritmi di vita propri dell’Abbazia di Calena, termina nella Grotta dell’Arcangelo Michele a Monte Sant’Angelo. Il Gargano è periferia del Regno di Napoli, assoggetta...