I Janeites: Il club di Jane Austen

Compra su Amazon

I Janeites: Il club di Jane Austen
Autore
Rudyard Kipling
Pubblicazione
13 luglio 2017
Categorie
Nell’autunno del 1920, due ex militari inglesi si ritrovano a chiacchierare su come sono sopravvissuti alla guerra. Humberstall è un parrucchiere “saltato in aria due volte”, con “gli occhi da cane da riporto un po’ confuso” e racconta ad Anthony, un tassista piccolo, scuro e con la gobba, del suo provvidenziale incontro con due commilitoni appassionati di Jane Austen, a lui completamente ignota, membri di una società segreta fondata in suo onore, i Janeites. Nel corso della narrazione, tutta pervasa da un fine umorismo, i romanzi dell’autrice – chiamata sempre e solo “Jane”, a rimarcarne la grandezza – diventano un antidoto agli orrori della guerra, un escamotage per riuscire a guardare oltre, verso un futuro monotono e bello. “Credetemi, fratelli, non c’è nessuno pari a Jane quando ti trovi in una brutta situazione. Dio la benedica, chiunque sia stata”, afferma Humberstall, e possiamo presumere che Kipling fosse il primo a sposare questa convinzione. Nel 1917, provato dal recente lutto del figlio disperso nel conflitto, era solito leggere ad alta voce alla moglie e alla figlia proprio i romanzi di Jane Austen, autrice di cui scrisse “più la leggo più l’ammiro, la rispetto e m’inchino a lei”.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Rudyard Kipling

Le più belle storie sui cani: Dai più grandi scrittori di ogni epoca (Altrimondi)

Le più belle storie sui cani: Dai più grandi scrittori di ogni epoca (Altrimondi) di

Da Turgenev a Pirandello, da Maupassant a Jack London, da Edith Warton a Kipling, molti grandi scrittori hanno celebrato l’animale domestico che da più tempo vive insieme all’uomo. Intelligenti, curiosi, coraggiosi, fedeli, romantici, ma anche permalosi e pasticcioni, i cani sono protagonisti (o comprimari) di pagine memorabili sia per gli appassionati di letteratura sia per i cinofili. I...

L'uomo che volle farsi re e I costruttori di ponti (eNewton Zeroquarantanove)

L'uomo che volle farsi re e I costruttori di ponti (eNewton Zeroquarantanove) di

Introduzione di Francesco Binni Traduzione integrale di Fabio Macherelli Autentico classico della letteratura d'avventura e al tempo stesso penetrante parabola dell'Impero britannico, L'uomo che volle farsi re narra la storia di una coppia di vagabondi che tentano di costruirsi un regno fra le tribù primitive di una fantastica propaggine montagnosa dell'India. In questo racconto, da cui fu...

Capitani coraggiosi (eNewton Classici)

Capitani coraggiosi (eNewton Classici) di

Introduzione di Gianluigi Melega Edizione integrale I capitani coraggiosi sono i marinai dei pescherecci impegnati nelle stagioni di pesca tra i ghiacci dell’Islanda e i banchi di Terranova, nel tempestoso Atlantico del nord. È gente abituata a una vita aspra e a una fatica durissima. Un ragazzo miliardario e viziato, Harvey, caduto in mare da un transatlantico, viene miracolosamente raccolto...

I costruttori di ponti

I costruttori di ponti di

La stessa cultura presente ne "I costruttori di ponti", del 1893, in cui lo scatenarsi di una forza naturale minaccia l'esistenza di un gigantesco ponte, costruito sul Gange durante tre anni di strenuo lavoro.

Storie proprio così (Biblioteca Adelphi)

Storie proprio così (Biblioteca Adelphi) di

Tredici storie, scritte originariamente da Kipling per fare addormentare la figlia Effie e corredate dai disegni dell’autore, in cui si svelano vari misteri: perché il cammello abbia la gobba e il leopardo le macchie, quale sia l’origine degli armadilli e quale invece quella dell’alfabeto, in una girandola di invenzioni che, per chi legge, sembra non fermarsi mai.

Kim (eNewton Classici)

Kim (eNewton Classici) di

Introduzione di Gianluigi Melega Traduzione di Sara Cortesia Edizione integrale Nato in India da genitori irlandesi, Kimball O’Hara ha imparato a vivere di espedienti per le strade di Lahore come ogni bambino indiano, anche se le sue origini fanno di lui un sahib, un privilegiato. Quando conosce il vecchio asceta tibetano Teshu, decide di diventare suo discepolo e di accompagnarlo nel suo...