Un inverno a Maiorca

Perché viaggiare se non si è costretti? Un inverno a Maiorca è la cronistoria della disfatta totale, geografica e sentimentale, che porta George Sand a schierarsi con i sedentari. «Tutti noi, quando abbiamo un po' di tempo libero e di denaro, viaggiamo, o piuttosto fuggiamo, perché non si tratta tanto di viaggiare quanto di partire, capite? Chi non ha un dolore da cui distrarsi o un giogo di cui sbarazzarsi?». Si parte per noia, per insofferenza, per chiudersi una porta alle spalle o per interrompere il solito tran tran. Niente a che vedere con la voglia di scoprire il mondo. Anzi: quando il mondo fuori si rivela sul serio, risulta spesso deludente. Come accade a George Sand, che con i figli e il nevrotico compagno Fryderyk Chopin trascorre alle Baleari l'inverno del 1838, raccontato in questo raffinato resoconto demolitorio. In prima edizione italiana.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Un inverno a MaiorcaMangialibri

È proprio il caso di dire: “Diamo perle ai porci!”. La constatazione nasce spontanea alle prime pagine di questo particolarissimo volumetto, che si è guadagnato un posto d’onore nell’ambito della letteratura odeporica del secolo decimo nono. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di George Sand

La piccola Fadette (Le Grandi Scrittrici)

La piccola Fadette (Le Grandi Scrittrici) di

Un’oscura credenza vuole che due fratelli gemelli non possano vivere insieme senza danneggiarsi a vicenda, e che spesso solo la morte di uno dei due possa garantire all’altro di crescere bene. Così, quando nella famiglia Barbeau nascono i gemelli Landry e Sylvinet, la levatrice non esita a mettere in guardia i genitori: occorrerà impedire che i due fratelli passino troppo tempo insieme, per far...

La Daniella (Le porte)

La Daniella (Le porte) di

"Roma è il regno di Satana, e qui la gente si inginocchia servilmente ai suoi cardinali". Così scriveva George Sand nel 1855 durante un viaggio in Italia, da cui riportò una pessima impressione che influenza l'intero romanzo La Daniella. Di impronta fortemente anticlericale, l'opera fu pubblicata nel 1856 provocando scandalo in patria e una dura polemica tra Francia e Italia. Ne è protagonista ...

François le Champi (Universale economica. I classici)

François le Champi (Universale economica. I classici) di

"Sarete il Lord Byron francese"Chateubriand a George SandPubblicato nel 1850, François le Champi divenne in seguito un libro di culto per gli amanti della Recherche proustiana, dove viene definito "straordinario". La storia del trovatello François, allevato amorevolmente dalla moglie di un mugnaio, è solo all'apparenza una favola di buoni sentimenti. Nella forma di un romanzo di formazione nasc...