Ultimi giorni a Teheran

Toccante. Un capolavoro
Un'intensa storia d'amore e amicizia all'antico Café Leila

Quando Noor torna a Teheran dopo trent’anni, insieme a Lily, la figlia adolescente e ribelle, trova il suo Iran molto diverso da come lo ricordava. Solo il Café Leila – il ristorante che appartiene alla sua famiglia da tre generazioni – sembra essere rimasto lo stesso. A gestirlo è ancora Zod, il padre di Noor, che ai clienti abituali offre non solo cibo, ma anche ristoro e risate, facendoli sentire a casa. Noor non immaginava che questo viaggio potesse essere per lei un ritorno al passato: invece, piano piano, si dovrà confrontare con le storie dei suoi antenati e affrontare la dolorosa vicenda di sua madre, uccisa quando Noor era adolescente. Donia Bijan riesce a tessere una trama che intreccia più generazioni, a tratti triste, a tratti divertente, con uno stile elegante capace di far assaporare ai lettori un’altra cultura, un’altra epoca, altre sfumature dell’animo umano…
Il fascino di Teheran fa da sfondo a questo potente romanzo d'esordio
Una avvolgente storia familiare a base di cibo, tradizioni e segreti

«Donia Bijan ha creato una storia commovente sulla profondità dei legami familiari, che sopravvivono alle tragedie e a ogni distanza.»
Booklist
«Con Ultimi giorni a Teheran è facile commuoversi e venire assorbiti dalla storia. Un romanzo che ci fa riflettere non solo su temi familiari, ma anche sul luogo che chiamiamo casa.»
Kirkus Reviews
«Ultimi giorni a Teheran desterà tutti i vostri sensi. Questo romanzo racconta la toccante storia di una famiglia e della brillante e bellissima cultura della Persia, danneggiata ma non distrutta.»
Elizabeth J. Church


Donia Bijan

Si è laureata all’università di Berkeley, in California, e ha frequentato la prestigiosa scuola di cucina Le Cordon Bleu. Dopo aver gestito molti rinomati ristoranti di San Francisco e aver vinto premi per la cucina francese, nel 1994 ha aperto il suo ristorante, L’Amie Donia, a Palo Alto. Ora divide le sue giornate tra suo figlio, l’insegnamento e la scrittura.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Mangialibri

Ultimi giorni a TeheranMangialibri

Le giornate di Zod trascorrono una uguale all’altra, scandite dall’attesa di una piccola busta da lettera bianca proveniente dall’America. È in quella terra lontana al di là dell’oceano che vive sua figlia Noor. Da quando ha compiuto diciotto anni lei e il fratello Mehrdad si sono trasferiti lì, lontani dall’Iran e da quei fuochi dell’ira che hanno rovesciato lo shah Reza Continua…

Registrati o Accedi per commentare.